Non scherzavano: l’autonomia Lucid è da record

Dopo la valutazione da parte dell’agenzia americana EPA è ufficiale che primo, secondo e terzo modello omologato per autonomia appartengono a una Lucid Motors da record

A quasi un anno dal lancio Lucid Motors ha ricevuto dall’agenzia federale per la Protezione dell’Ambiente EPA la certificazione dei dati di autonomia delle prime versioni della sua Air. I severi controlli hanno evidenziato che progettisti e ingegneri della startup americana non avevano esagerato nelle stime, indicando per la Air Dream Edition una autonomia fino a 520 miglia (836 chilometri) che la confermano come il veicolo elettrico in grado di viaggiare più a lungo mai valutato dall’agenzia.

Il rating EPA, considerato dagli addetti ai lavori più realistico di quello europeo WLTP, rappresenta anche un successo per il CEO e CTO Peter Rawlinson. Già uomo determinante per lo sviluppo della Model S quando era in Tesla, da quando è in Lucid lavora perché la berlina Air superi il prodotto dell’azienda di Elon Musk in termini di record di autonomia, ma anche per lusso o prestazioni. Una sorta di ripetizione in scala nel settore elettrico della “ribellione” di successo attuata nel 20° secolo da Enzo Ferrari quando si staccò dall’Alfa Romeo che ne aveva lanciato le fortune.

In termini di numeri la Air Dream Edition nata con un grande pacco batterie da 113 kWh e un design aerodinamico accuratissimo batterà la Tesla più generosa in autonomia, la Model S Long Range Plus, di oltre 100 miglia, ovvero 160 chilometri. Quando era apparsa questa versione, la EPA l’aveva valutata quale Tesla più efficiente di sempre e il primo veicolo elettrico sottoposto a certificazione in grado di superare la barriera delle 400 miglia di autonomia.

Peraltro di recente guardando al modello che ne ha fatto le prime fortune nel campo automotive, Musk sembra molto più interessato al record sul tracciato del Nürburgring della versione super-sportiva Plaid che a riprendersi lo scettro. Inoltre quell’autonomia in più avrà un cartellino del prezzo tutt’altro che irrisorio, considerato che la Air Dream Edition con ruote da 19 pollici a cui si deve il record negli Stati Uniti parte da ben $169.000. Certo chi vorrà un modello meno esclusivo avrà delle possibilità, ma solo nel 2022: quando Lucid Motors prevede di mettere in strada anche un modello base a partire da $77.400 esclusi incentivi.

L’agenzia federale ha anche omologato i numeri di riferimento per i consumatori in vari livelli di allestimento della Air, come la Dream Edition con ruote da 21 pollici (la cui autonomia scenderà a 481 miglia rispetto ai livelli record), la Dream Edition Performance (471 miglia con ruote da 19 pollici e 451 miglia con ruote da 21 pollici) e la Grand Touring (516 miglia con ruote da 19 pollici e 469 miglia con ruote da 21 pollici).

(credito grafico: AUTO21; fonte dati: EPA)

Tra Lucid e Tesla la sfida a chi va più lontano sembra per il momento aver trovato un leader chiaro: non è ancora chiaro se una casa automobilistica tradizionale sarà in grado di inserirsi in questa sfida tra startup ed ex-startup. La sola che appare avere possibilità per il momento è Mercedes-Benz, che per l’ammiraglia EQS model year 2022 in Europa ha dichiarato valori WLTP di 770 chilometri.

Presi alla lettera si tradurrebbero in 478 miglia. Ma con ogni probabilità la conversione successiva alla valutazione dell’EPA sarà meno lusinghiera, anche se guardando al tabella delle elettriche con miglior autonomia l’ipotesi di alcuni addetti ai lavori è che la EQS possa arrivare a 400 miglia, il che la inserirebbe subito alle spalle del terzetto di modelli Lucid da record.

La società con sede a Newark, in California che recentemente si è quotata in borsa, si sta preparando per iniziare a consegnare i suoi primi veicoli ai clienti entro la fine dell’anno e ha già costruito più di 100 modelli ormai praticamente di serie nel suo nuovo stabilimento noto come Advanced Manufacturing Plant o per brevità AMP-1 a Casa Grande, in Arizona, e per fine mese si attende conferma che i primi pezzi destinati alla clientela sono usciti dalla linea di assemblaggio.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Lucid Motors