Lucid Motors si mette comoda in borsa

L’aspirante anti-Tesla ha confermato la fusione inversa con una società veicolo del finanziere Michael Klein: si inizia con una valutazione da $64 miliardi (poco meno di GM)

Lucid Motors ha confermato a borsa chiusa le voci sulle sue intenzioni di entrare a Wall Street rendendo ufficiale l’accordo di fusione con la società SPAC già quotata Churchill Capital IV Corp. del finanziere Michael Klein, che valuterà la startup che più ha titoli per proporsi come rivale Tesla $24 miliardi, il che rende questa la fusione inversa più ricca da quando questo meccanismo è diventato popolare.

L’equity coinvolto dall’operazione è di $11,75 miliardi, $2,1 miliardi dei quali proverrà da CCIV e altri $2,5 miliardi da una PIPE, una formula di collocazione del capitale presso investitori selezionati che includono tra gli altri i fondi Black Rock e Franklin Templeton.

Una volta combinate le valutazioni delle due società la capitalizzazione di mercato oggi ammonta a circa $64 miliardi, il che collocherebbe Lucid Motors poco dietro alla storica General Motors, oggi a quota $76 miliardi. Ma le voci trapelate sull’operazione avevano repentinamente alzato nei giorni scorsi il valore delle azioni CCIV e non è detto che adesso che è stata resa ufficiale la fusione i numeri restino quelli al momento della chiusura.

La produzione e le consegne delle Air costruite nella nuova fabbrica di Casa Grande in Arizona è prevista a partire dalla seconda metà del 2021, con alcuni di ritardo rispetto alla programmazione originaria pre-crisi sanitaria della prossima primavera. Per l’anno prossimo la produzione dovrebbe salire a 20.000 veicoli e fino a un quarto di milione a metà decade.

L’ingresso in borsa della società diretta dall’inglese Peter Rawlinson, capo progetto della Tesla Model S, valorizzerà l’investimento del fondo sovrano dell’Arabia Saudita, tra i primi a sostenere in modo consistente i progetti della società nata come Atieva e inizialmente specializzata nelle batterie. La società CCIV che si fonderà con Lucid Motors è stata creata da Klein, un ex-banchiere d’affari della Citigroup, che ha da anni rapporti professionali preferenziali con investitori dell’Arabia Saudita.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Lucid Motors