Il Ducato Electric sulle strade dal 2020: avrà autonomia fino a 360 chilometri

Pacchi batterie a scelta da 47 kWh oppure da 79 kWh di capacità saranno disponibili per la clientela sulla versione a zero emissioni locali del mezzo commerciale di Fiat Professional

Poche settimane fa Fiat Professional aveva annunciato il model year 2020 del suo mezzo commerciale per eccellenza, il Ducato, anticipando che avrebbe avuto una versione al 100% spinta da batteria di trazione, ma a parte una foto aveva tenuto strette al petto le proprie carte.

Ora la casa italiana ha deciso di giocare a carte scoperte fornendo i dati tecnici più interessanti del suo Ducato Electric. Avrà due versioni con capacità rispettivamente di 47 e 79 kWh, che corrisponderanno ad autonomie di 220 e 360 chilometri.

L’autonomia, è bene tenere presente, nel caso dei veicoli commerciali non è relativa al ciclo di omologazione WLTP ma a quello di vecchio stampo NEDC, più lontano dai valori reali rispetto al criterio in vigore dal settembre 2018 per le auto passeggeri.

E tuttavia si tratta di valori che per la versione più grande del Ducato Electric sposterà in alto l’asticella della capacità rispetto a rivali elettrici attuali come il Renault Master, il Volkswagen e-Crafter o il MAN eTGE.

Le batterie collocate sotto il pianale ed in un compartimento posteriore spingono un motore elettrico con potenza massima di 90 kW e coppia massima di 280 Nm (l’accelerazione 0-50 km/h si potrà affrontare in 5″) abbinate ad una trasmissione a variazione continua. La batteria più grande nel caso dei modelli refrigerati sarà dotata di raffreddamento a liquido. Il furgone sarà attrezzato anche per la ricarica rapida con connettori europei CCS in grado di collegarsi anche alle prese veloci.

La nota ufficiale Fiat Professional sottolinea che la propulsione elettrica che dal 2020 affiancherà quelle convenzionali non penalizzalizzerà quello che è il punto forte del Ducato: volumetria di carico best in class da 10 a 17 m3, portata fino a 1.950 chili, al top nella categoria.

Non sappiamo ancora i prezzi del Ducato Electric, sappiamo invece che sarà testato prima delle consegne agli acquirenti ordinari da alcuni grandi clienti del gruppo italo-americano. La versione a zero emissioni del mezzo Fiat Professional non sarà sviluppata in collaborazione col gruppo PSA ma con BD Auto, azienda turca che peraltro collabora con le marche Peugeot e Citroën e coinvolta nei Jumper e Boxer elettrici presentati al Salone di settore di Birmingham.


Credito foto di apertura: ufficio stampa Fiat Professional