Terramar si rivela la punta di diamante nel tris di lanci Cupra

La gamma elettrificata Cupra si espanderà (tra 2024 e 2025) con una piccola auto sportiva e due SUV compatti, decisivi per l’obiettivo di vendere 500.000 esemplari nel medio termine

Il business plan Cupra avanza con una presentazione una e trina avvenuta nei dintorni di Barcellona. Si è trattato di modelli, se non proprio prototipi, che sono anticipazione delle versioni di serie che appariranno tra 2024 e 2025.

Del resto non si tratta di una sorpresa perché quando, all’IAA di Monaco di Baviera dello scorso settembre, Cupra aveva presentato come concept molto sportivo Urban Rebel, la marca non aveva fatto mistero che la vera citycar per l’entry level elettrico non si sarebbe vista fino al 2025.

Alla Urban Rebel portata a Sitges ieri sera sono sparite le appendici corsaiole, ma rimane una versione vistosa, anche con una carrozzeria a 5 porte che anticipa quello che vedremo in produzione fra due anni e poco più e che sarà reso possibile dalla piattaforma small MEB: ovvero un pianale analogo a quello delle compatte Volkswagen ID 3 o Cupra Born, ma con il powertrain che si sposta dall’asse posteriore a quello anteriore rendendo possibile creare piccole elettriche da città.

La nuova Cupra Urban Rebel, le Volkswagen ID1/ID2 e la piccola Skoda ancora in attesa di nome saranno quindi sviluppate a Martorell e costruite anche in Spagna. Le dimensioni della Cupra appena svelata comportano una lunghezza di 4,036 metri e un passo di 2,60, mentre la larghezza di è 1,975 metri; quanto all’altezza rivaleggia con SEAT Arona e Volkswagen T-Cross: l’altezza da terra in effetti è di 218 millimetri.

Ancora riservate le informazioni su autonomia e batterie disponibili, con incertezza anche sulla chimica dei catodi: probabilmente potremo attenderci celle a base ferrosa per le espressioni veramente da uso urbano e quelle NCM per chi cercherà anche variazioni di possibile utilizzo su percorsi più importanti (fino a 440 chilometri, suggerisce la casa), nonché se si cercheranno anche più cavalli di quelli strettamente indispensabili (per la Urban Rebel la casa accenna a potenza di 234 cavalli), ma da qui al momento del lancio della versione di serie ancora molto può cambiare.

Il primo a uscire dei tre modelli, nel 2024 e posizionandosi sotto al Formentor, sarà il nuovo Tavascan, il primo SUV elettrico Cupra svelato come prototipo nel 2019. Corrisponderà per l’offerta delle marche cugine Volkswagen e Skoda ai modelli ID4 e Enyaq IV, ovvero a quelli meglio accolti dal pubblico: lo stile visto per questo veicolo ha una netta parantela con l’Urban Rebel ed entrambi ne hanno con il linguaggio scelto da Cupra a partire dall’uscita dell’hatchback Born.

Ma nonostante questo modello sia il primo destinato a entrare nelle concessionarie, la grande novità Cupra di queste ore è stata Terramar: un SUV compatto elettrificato che proprio ieri ha fatto la sua prima apparizione pubblica dopo che lo scorso marzo la casa aveva accennato alla sua esistenza.

Sarà prodotto in Ungheria nello stabilimento di Gyor, che già assembla Audi Q3 e Audi Q3 Sportback, di cui a quanto pare Cupra Terramar condividerà molti elementi tecnici. Del resto anche a livello di prezzi pare che Cupra andrà al di sopra di quelli che si attende da Volkswagen e Skoda.

Come Q3, Terramar esibisce un profilo da SUV compatto da 4,50 metri di lunghezza e come il cugino Audi offrirà ampia scelta di motorizzazioni inclusi mild hybrid, ibridi plug-in con possibilità di raggiungere quasi 100 chilometri di autonomia.

Evidentemente anche la casa catalana, come hanno dimostrato nei giorni scorsi altri, ad esempio Mercedes-Benz o Lexus, crede nel settore dell’ibrido ricaricabile, malgrado in Europa le istituzioni siano orientate a una stretta se non alla loro diffusione almeno sulla efficacia delle omologazioni, che indicano oggi consumi ed autonomia elettrica ottimistici.

Come le altre novità del giorno, anche il Terramar non è stato presentato nella sua forma definitiva, quella che si troverà in ogni concessionaria Cupra nel 2024. E’ un modello in un certo senso spartiacque, perché presenta la nuova firma luminosa del marchio in un triangolo sia nella parte anteriore che nella parte posteriore ed è adornato con un muso simile al naso di uno squalo. Mentre il logo sarà illuminato per una visibilità perfetta giorno e notte.

La citycar al 100% elettrica Urban Rebel sarà costruita a Martorell dal 2025: l’impianto riceverà sovvenzioni e aiuti nazionali per la conversione alla produzione sostenibile (credito foto: ufficio stampa marca Cupra/VW Group Italia)
Credito foto di apertura: ufficio stampa marca Cupra/VW Group Italia