Hyundai espanderà i suoi investimenti negli Stati Uniti

Entro il 2025 il gruppo coreano spenderà $7,4 miliardi per essere in grado di produrre veicoli elettrici in America e non perdere l’onda favorevole che viene da Washington (senza scordare idrogeno, robotica e UAM)

Hyundai Motor Group ha reso ufficiale l’investimento di $7,4 miliardi negli Stati Uniti entro il 2025 per produrre veicoli elettrici localmente, aggiornare i siti produttivi e per ulteriori impulsi a settori come l’idrogeno, la robotica e la Urban Air Mobility.

La decisione appare motivata dall’opportunità di non perdere possibili flussi di ricavi legati ai provvedimenti dell’esecutivo di Washington riguardanti i veicoli elettrici: sgravi e sussidi saranno collegati a link ben definiti con produzione di origine americana.

La mossa potrebbe non essere l’ultima a richiedere investimenti nordamericani da parte del gruppo coreano: più Hyundai, Ioniq e Kia elettriche prodotte negli Stati Uniti richiederanno anche più celle per i pianali dei veicoli.

Le Gigafactory di batterie dei produttori asiatici hanno già quote significative della loro futura produzione americana allocata in contratti di lunga durata; alcuni sono partenariati tra case auto e produttori, come la joint-venture Ultium Cells tra General Motors e LG Energy Solution.

Hyundai potrebbe quindi in futuro dover investire ulteriori capitali per coprire la fornitura di batterie o con soci della Corea del Sud (lo stesso gruppo ha avviato un partenariato in Indonesia con LG Energy Solution) o di altra origine.

All’agenzia di stampa Reuters una fonte ha indicato che SK Innovation, un altro fornitore di Hyundai che ha appena risolto un aspro contenzioso legale con LG Energy Solution, potrebbe investire ulteriormente in Nord America, oltre ai $2,6 miliardi incanalati verso la Gigafactory in costruzione in Georgia.

La comunicazione formale del gruppo coreano anticipa di pochi giorni una visita del Presidente Moon Jae-in alla Casa Bianca la prossima settimana, con una fitta agenda. Gli investimenti si tradurranno a partire dal 2022 in costruzione negli Stati Uniti di veicoli elettrici Hyundai, mentre anche la marca Kia prevede di costruire elettriche dall’altro lato del Pacifico.

Hyundai dispone già di una fabbrica in Alabama, mentre Kia ne ha una in Georgia, che era stata candidata a costruire la Apple car quando sembrava che i coreani fossero in prima linea tra i partner possibili per l’auto elettrica ed autonoma del marchio della Silicon Valley.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Hyundai Italia