La Tesla alla portata di tutti non si compra più

Neanche gli americani potranno più ordinare la Model 3 Standard Range da $35.000, un’auto affordable ormai sorpassata da quando Elon Musk vuole la Tesla da $25.000

La Model 3 alla portata di tutti promessa, a quanto pare era per tutti gli americani e tutti i cinesi, ma non per tutti gli europei, italiani inclusi. Quando Elon Musk ne aveva parlato era un anno olimpico come (in teoria) questo 2020: solo che era il 2016 e i Giochi erano ospitati da Rio de Janeiro.

Alla fine c’erano voluti un po’ di anni e pazienza ma nella primavera del 2019 la Model 3 Standard Range era infine entrata in catalogo. Non per molto, o più esattamente non per molto nella modalità di acquisto online, come risaputo molto forte per la casa californiana.

Ben presto di fronte alla differenza di domanda tra Model 3 Standard Range Plus e più economica Standard Range (sei volte più vivace per il primo tipo più costoso) il management aveva deciso di toglierla dal catalogo online. Ma chi in America fosse interessato poteva continuare ad ordinarla in uno store o per telefono. Dato che la vettura poteva essere prenotata anche senza Autopilot a guida semi-autonoma, il cliente avrebbe effettivamente pagato $35.000, poco meno di €30.000. Fino a ieri.

Perché il sito semi-ufficiale Electrek ha svelato che Tesla ha deciso di fermare anche la vendita della Model 3 a prezzo entry-level presso i punti vendita con l’inizio delle consegne della nuova Model 3 versione 2021, sottoposta a un recente facelift di dettaglio. Con la versione model year 2021 non sarà più consentito vendere una Standard Range con funzioni bloccate via software, che era il modo nel quale la vettura prodotta a Fremont scendeva al prezzo minimale.

In Italia il primo modello che si incontra nel configuratore nella lingua di Dante continua a essere la Model 3 Standard Range Plus, il cui cartellino del prezzo parte da €49.990. Non ci risulta che qualche cliente dello Stivale sia riuscito ad ordinare una versione Standard Range entry level, anche se qualche esemplare potrebbe essere stato importato fuori rete. Se un lettore ne ha conoscenza saremmo curiosi di saperlo e può farcelo sapere attraverso il modulo dei contatti di AUTO21.

Con la fine della possibilità per gli americani di ordinare una Standard Range spartana, l’unica Model 3 di cui la clientela continua a poter godere ribassi e sconti appare essere quella made in Shanghai, alla quale sono stati assegnati generosi tagli al listino nei mesi passati, ma senza un target preciso come i $35.000 fissati quale traguardo nel 2016.

Anche perché nel frattempo durante il Battery Day dello scorso settembre Elon Musk ha annunciato di avere già un altro obiettivo: una Tesla da $25.000 la cui uscita è collocata nel 2023, con un livello di prezzo tale da fare della marca di Palo Alto un costruttore generalista di fatto.

Credito foto di apertura: sito web Tesla