Aggiornamenti e sconti scombussolano il rapporto prezzo/autonomia

Se Renault Zoe resta leader italiana nel coefficiente che mette insieme efficienza e accessibilità delle auto elettriche, ora al secondo posto spunta Hyundai Kona 64 kWh

Dei tre ingombranti temi che finora hanno fatto da zavorra al percorso di diffusione dell’auto elettrica due (il terzo è la diffusione delle colonnine) si prestano perfettamente a una misurazione quantitativa per dare modo a chi vuole di soppesarli concretamente al momento di decidere un acquisto: sono costo e autonomia di ogni modello.

I recenti effetti della crisi scatenata dalla pandemia hanno modificato gli approcci degli uffici vendite dei gruppi auto, e si stanno vedendo i primi casi di sconti, ai quali si aggiungono gli arrivi di nuovi modelli e non ultimi i miglioramenti all’autonomia dei modelli esistenti. In breve, la hit parade dei modelli elettrici stilata in base al rapporto prezzo/autonomia richiedeva una revisione e questo abbiamo fatto.

Renault Zoe nella versione R110 resta la vettura elettrica più efficace se si prende come riferimento il bilanciamento del rapporto prezzo/autonomia: ogni chilometro di autonomia massima costa al suo cliente oggi €87,4, considerato che il listino parte da €34.100 e l’autonomia combinata omologata è di 390 chilometri.

Più lontano del modello francese può arrivare, a 484 chilometri, la Hyundai Kona 64 kWh, grazie al recente acquisto di pneumatici verdi Michelin e con un listino che parte da €43.400, è ora la seconda auto elettrica meno esigente col portafoglio del pubblico per portarlo lontano: €89,7 il risultato.

La seconda della vecchia classifica, Opel Corsa-e scivola al terzo posto con €90,6 a chilometro di autonomia omologata, un prezzo oltre €6 a chilometro più conveniente della cugina Peugeot E-208.

La gamma Tesla, che nella classifica dei modelli compatti e medi considerati era finora la migliore con le due versioni più sobrie della Model 3, resta in buona posizione, anche se adesso entrambe scavalcate dalla Kona con batteria di grande capacità. Tesla sta concedendo sconti sulla gamma luxury, e l’estendersi dei tagli alla media Model 3 potrebbe comportare una revisione della classifica.

L’altra versione del modello Hyundai con batteria da 39 kWh è nella seconda metà della Top10, davanti alla Nissan Leaf con batteria da 40 kWh, la versione più diffusa, che non ha migliorato la propria posizione rispetto alla classifica precedente ma con gli sconti recenti che hanno rivisto il listino è riuscita a ridurre il costo a chilometro dai €135,9 agli attuali €130,7.

Una nuova giapponese, la Mazda MX-30 di cui è appena stato svelato il listino, va a prendere il posto di Honda E al fondo della classifica basata sul rapporto prezzo/autonomia: il suo prezzo non è apicale, ma l’autonomia massima fa sì che il suo costo a chilometro sia di €174,5 contro i €161,4 della Honda.

Credito immagine di apertura: AUTO21