Il SUV Mercedes-Benz che integra idrogeno e batteria più vicino alla produzione

I primi modelli dell’ibrido elettrico-fuelcell Mercedes-Benz GLC F-CELL pre-serie stanno per cominciare a percorrere chilometri su strada

Il gruppo Daimler non ha rinunciato alla tecnologia dell’idrogeno, malgrado di recente si sia parlato molto di più della sua imminente linea EQ basata sulle batterie di trazione.

Per portare a compimento la linea di produzione del GLC F-Cell, il SUV presentato al salone di Francoforte 2017 che punta per le lunghe distanze sulla pila a combustibile e quelle brevi sulla batteria agli ioni di litio, numerosi elementi di una complessa catena di fornitura sono chiamati a partecipare.

Il modello di serie uscirà dallo stabilimento di Brema, dove il fornitore tedesco EDAG ha aperto un impianto appositamente per fornire la trasmissione ed altri componenti. I veicoli pre-serie della linea GLC F-CELL usciranno invece per il momento dal Mercedes-Benz Tech Centre con sede a Sindelfingen.

Daimler ha affidato alla sussidiaria NuCellSys GmbH la responsabilità delle pile a combustibile che spingeranno la GLC F-CELL e dell’impianto di stoccaggio di bordo. Conterrà l’idrogeno che rifornirà l’impianto: circa 4 chili divisi in due serbatoi.

Il SUV Mercedes-Benz che integra idrogeno e batteria vicino alla produzione 1
La NuCellSys GmbH che costruisce i serbatoi di stoccaggio dell’idrogeno a 700 bar di pressione ha effettuato lunghi test funzionali sull’impianto di rifornimento (credito foto: ufficio stampa Daimler).

Il sistema sarà assemblato a due passi dallo storico impianto Daimler di Untertürkheim, ma le 400 singole celle proverranno dal Canada, uno dei paesi con tecnologia dell’idrogeno più avanzata, per la precisione dalla British Columbia, dove ha sede la locale joint-venture chiamata Mercedes-Benz Fuel Cell.

Peraltro questa come abbiamo scritto sarà un’auto fuel cell integrata con una elettrica a batteria: l’impianto di pile a combustibile si può alternare ad una batteria agli ioni di litio da 13,8 kWh che sarà realizzata da un’altra divisione Daimler, quella Deutsche Accumotive sul cui impianto di Kamenz, in Sassonia, il gruppo della stella a tre punte sta facendo notevoli investimenti.

Il motore elettrico da circa 200 cavalli di potenza potrà agire in quattro modalità. Hybrid attingerà sia alla batteria che alle pile a combustibile. In F-CELL si guiderà con l’idrogeno mantenendo l’autonomia della batteria per situazioni di guida appropriate.

Se si selezionerà Battery la GLC F-CELL sarà spinta dalla sola batteria di trazione con l’impianto fuel cell in stand-by, una scelta adeguata a percorrere brevi distanze. In Charge, infine, avrà priorità la ricarica della batteria, quando si intenderà accumulare l’energia adeguata ad affrontare le massima distanza.

 


Credito foto di apertura: ufficio stampa internazionale Daimler