Mercedes-Benz Vans supera quota 25.000 furgoni elettrici

Nella classifica interna dei veicoli commerciali leggeri al 100% elettrici della casa di Stoccarda, il più venduto finora risulta il Vito, seguito dallo Sprinter e dall’EQV

Mathias Geisen, numero uno di Mercedes-Benz Vans, dichiara nella nota stampa della casa della stella a tre punte che rimarca questo risultato la sua soddisfazione: anche alla fine del 2021 i suoi prodotti erano leader del mercato continentale sia nei furgoni elettrici di medie dimensioni che quelle grandi.

Una posizione che secondo il manager sarà rafforzata dal Citan elettrico e, in futuro, dall’EQT, che quest’anno stanno completando la gamma di prodotti offrendo Vans elettrici in tutti i segmenti. Nell’ormai lontano 2010 era stato il Vito E-Cell a battezzare con una prima (piccola) serie i vans Mercedes-Benz con batteria di trazione da poco arrivati al traguardo dei 25.000 esemplari.

Il portafoglio elettrico del gruppo tedesco oggi comprende sia veicoli di medie dimensioni (EQV, EVito ed EVito Tourer) che grandi (ESprinter) ed entro la fine dell’anno sarà integrato dai piccoli furgoni full electric citati nel paragrafo precedente.

Le uscite si sono susseguite col Vito elettrico presentato nel 2017, seguito dall’ESprinter nel 2019 e dall’EQV nel 2020. Mercedes-Benz Vans offre quindi una variante di modello completamente elettrica in tutti i segmenti e ha elettrificato il suo intero portafoglio. La produzione della prossima generazione di ESprinter inizierà nella ristrutturata factory di Charleston, nella Carolina del Sud, nella seconda metà del 2023 e seguirà poi a Düsseldorf e Ludwigsfelde.

Mercedes-Benz ha investito circa €350 milioni nella prossima generazione ESprinter; di questo totale circa 150 saranno investiti nell’adeguamento della produzione nei tre stabilimenti. Ai fini del soddisfare i traguardi di sostenibilità previsti dal business plan Mercedes-Benz, la produzione in tutti gli stabilimenti della divisione che produce furgoni sarà carbon neutral dal 2022, e quindi anche la produzione della prossima generazione di ESprinter.

Fin dal 2010 la produzione Mercedes-Benz Vans che ora festeggia quota 25.000 era stata all’insegna della flessibilità, su un’unica linea di produzione: il Vito e Sprinter al 100% elettrici e l’EQV partono dalla stessa linea delle loro controparti con motore convenzionale. La produzione può essere adattata con precisione alle effettive esigenze del mercato e non è stato necessario creare linee aggiuntive separate.

Dalla metà del decennio, tutti i furgoni della casa sveva di nuova concezione saranno esclusivamente elettrici: si basano sull’architettura per furgoni del nuova, modulare e completamente elettrica VAN.EA. Per il futuro EQT da 5 e da 7 posti lo sviluppo è in corso e dopo il successo dei test invernali con particolare attenzione alle prestazioni di guida, alle funzioni di pre-condizionamento e al comfort climatico, ulteriori test con questo modello sono attesi nell’Europa meridionale per i prossimi mesi. Tra l’altro, il sistema di pre-condizionamento è protetto anche durante la ricarica e la guida a pieno carico in condizioni di calore elevato.

Analoghe prove sono in corso in regioni adatte a fatiche estreme per la prossima generazione di ESprinter, in collaborazione con clienti della logistica soprattutto, con tre pacchi batterie e diverse varianti di carrozzeria, dai furgoni a pannello al telaio per carrozzerie. La prossima generazione di ESprinter non è solo destinata ad aprire a nuovi clienti ma anche nuovi mercati: tra cui Stati Uniti e Canada. La gamma sarà più che raddoppiata rispetto all’attuale ESprinter, in base alla configurazione.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Mercedes-Benz Vans