Francia: auto elettriche più vendute – novembre 2021

1. Dacia Spring (2.895); 2. Renault Zoe (2.189); 3. Tesla Model 3 (1.500)

A novembre quasi un veicolo su cinque venduto sul mercato transalpino era elettrico o ibrido ricaricabile, secondo i dati diffusi dal consorzio AVERE-France: in totale sono stati immatricolati 17.794 veicoli elettrici puri (+69% rispetto a novembre 2020) e 12.203 PHEV (con una variazione su base annua del 33%). Raggiungere una quota del 19,5% sul mercato del nuovo per le auto con la presa ha rappresentato un record e dal gennaio 2021, considerando il cumulato, sono state il 15% del mercato, da valutare contro un 9,5% con cui avevano terminato il 2020, mentre la ben più esangue quota del 3% che costituivano nel 2019 appare già un pezzo di preistoria. Da segnalare tra l’altro che se nel 2019, ad esempio, la quota di maggior supporto al mercato delle elettrificate era quella delle flotte, con la possibile eccezione del “fenomeno” Tesla, ora il segmento delle elettriche al 100% è costantemente alimentato anche in Francia dal costante arrivo di novità e di alternative, anche se non sempre a prezzi abbordabili. Ma con queste premesse gli esperti del consorzio francese specializzato nel sostenere e diffondere la mobilità elettrica sono ottimisti che l’ondata possa continuare incontrastata anche nei prossimi mesi. Queste performance sono in netto contrasto con l’andamento generale del mercato d’Oltralpe, che anche qui come in Italia, o sul primo mercato d’Europa, la Germania, sentono gli effetti delle difficoltà alle catene globali della fornitura. Nel caso dell’Esagono le immatricolazioni totali di veicoli passeggeri sono scese del –29% confronto al novembre 2019 ma anche del 3% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Quanto ai modelli specifici ed al podio delle vendite, tra le elettriche pure prima affermazione mensile per Dacia Spring grazie a 2.895 pezzi: recentemente strapazzata dai risultati dei test sulla sicurezza Euro NCAP, già il mese scorso si era classificata seconda, mentre in Italia era già stata prima due mesi di seguito ed ha stabilito il record di immatricolazioni mensili. Alle sue spalle la “cugina” Renault Zoe (2.189 unità) che ha preceduto Tesla Model 3 (1.500 consegne). Vicina al podio anche la migliore elettrica pura Stellantis, Peugeot E-208 a quota 1.374, mentre a chiudere la Top5 Renault Twingo che con 831 immatricolazioni ha preceduto di poco una Fiat 500 elettrica (807) a sua volta davanti alla Tesla Model Y (642). Se i BEV hanno rappresentato lo scorso novembre il 13,5% di un mercato nel complesso ancora in calo, crescendo su base annua del 71%, le ibride ricaricabili hanno occupato un 10% delle vendite di veicoli nuovi, crescendo del 35% rispetto a novembre 2020. Miglior PHEV sul podio Peugeot 3008 (1.225 unità) agevolmente davanti a Mercedes GLC (782) e DS7 (661). Se si guarda alla graduatoria per marchi, si scopre che Renault aveva il 18,4%, Dacia il 17,6% e Tesla il 13%, e fuori dal podio troviamo Peugeot all’11,4%, Kia al 5,3%, Volkswagen al 5,2%, e Fiat al 4,9%. Un risultato

Credito grafico di apertura: AUTO21; fonte dati AVERE-France