Per la nuova Kia Niro debutto al Seoul Mobility Show

Il Salone coreano porta all’esordio il crossover che nella seconda iterazione sarà ancora disponibile con versione convenzionale, ibrida plug-in ed elettrica pura; sulla PHEV disponibile la tecnologia Greenzone Drive Mode

A cinque anni dal lancio sui mercati globali nel 2016 Kia Niro si rinnova, presentando la nuova generazione a Seoul, che come la prima sarà condivisa da varianti convenzionali, ibride e anche al 100% elettriche, pur se occorre ricordare che in quest’ultimo caso non si tratterà di un modello nato sulla piattaforma elettrica specifica E-GMP che invece equipaggia la nuova EV6 che sta riscuotendo interesse anche in Europa e Italia.

La Niro 2.0, come il modello che l’aveva preceduta nato da un concept svelato nel 2013 all’IAA che allora aveva come sede Francoforte e non Monaco di Baviera, parte da uno studio di stile, ricorda la nota stampa: in questo caso si tratta dell’HabaNiro svelato a New York nel 2019.

Come la concept car quindi, fa scelte singolari e a tratti controcorrente, in un segmento dove lo stile è uno dei principali criteri di acquisto. Non nel muso, dove le ottiche separate e lo stretto profilo orizzontale sono comuni nel design dell’Asia, ma certo nel ricorso agli inserti a contrasto sulla carrozzeria, specie quello sul montante posteriore.

Un’estetica che in un passato non troppo lontano era tipica di modelli occidentali che strizzavano l’occhio allo stile di vita country, ma di cui si era persa sostanzialmente traccia recente. Bisognerà abituarsi anche alle luci posteriori verticali incastonate là dove non eravamo più abituati a vederle.

Per trattarsi di una presentazione a una rassegna in Corea del Sud, Kia è stata avara quanto a scheda tecnica, dimensioni, pesi o volumi. Alla casa del gruppo Hyundai invece interessa rimarcare che gli interni di questo crossover saranno particolarmente virtuosi quanto a sostenibilità.

Il design gli allestimenti delle ultime vetture del marchio, inclusa la Kia EV6, con grande abbondanza di schermi e un ampio pannello che include la strumentazione digitale e il sistema di infotainment. I rivestimenti mettono al primo posto la sostenibilità con un mix che include cielo realizzato con carta da parati riciclata, sedili in poliuretano a base biologica e Tencel (realizzato con foglie di eucalipto) e pannelli delle porte ricoperti con una vernice priva di prodotti tossici come benzene o toluene.

Nella console centrale si nota il selettore del cambio “Shift by Wire” inserito in una superficie nera lucida che si presenta con un look semplice e moderno (credito foto: ufficio stampa Kia Motor)

Kia Niro confermerà anche un’offerta elettrica al 100%, che nella generazione precedente aveva motori da 136 CV o 204 CV e un’autonomia massima di 455 chilometri, e la troveremo inoltre in una versione ibrida associata ad un motore a benzina, che nella versione attuale è un 1,6 litri coadiuvato da motore elettrico per una potenza prossima ai 141 CV. Non mancherà la versione ibrida plug-in. Una novità peraltro ci sarà in particolare per queste versioni a metà strada tra convenzionale ed elettrica pura.

Proprio come BMW che ha fatto da battistrada in materia con le sue eDrive Zones ormai disponibili in 138 città europee, Kia si darà da fare per massimizzare l’utilizzo delle sue Niro ibride ricaricabili in versione a zero emissioni locali.

Nella nuova Niro la tecnologia Kia si chiamerà Greenzone Drive Mode, una funzionalità che agisce sulla modalità di guida passando da (P)HEV a 100% elettrico in modo automatico grazie all’integrazione col sistema di smart navigation.

Il cliente che (a partire dal 2022) guiderà in zone a traffico limitato, in zone residenziali o in prossimità di scuole e ospedali, vedrà il veicolo passare automaticamente all’utilizzo della sola propulsione elettrica in base alle informazioni che raccoglie dal sistema di navigazione e dai dati della cronologia di guida. Inoltre la tecnologia Kia sarà anche in grado di riconoscere i luoghi più frequentati come casa e ufficio: saranno registrati nel sistema di navigazione come Greenzone.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Kia Motor