BorgWarner acquisirà le batterie di Akasol

La startup tedesca produttrice di celle per veicoli commerciali, autobus e treni sarà rilevata dal gruppo americano della fornitura che vuole espandere la gamma di prodotto sostenibile

Questa mattina BorgWarner ha confermato che lancerà una offerta pubblica di acquisto sulle azioni del produttore di batterie Akasol attraverso la sua sussidiaria Blitz F21-842 AG. L’offerta fa parte di un accordo concluso tra la società tedesca e il gruppo americano della fornitura.

BorgWarner, che già produce componenti per veicoli sostenibili, a cominciare da una gamma di motori elettrici, aveva lanciato nel 2020 una joint venture con una startup delle batterie recentemente entrata in borsa, la californiana Romeo Power.

Nel prossimo futuro attraverso Akasol amplierà l’offerta di settore: i tedeschi producono celle ad alta densità di energia che trovano impiego in particolare nel settore dei trasporti pubblici: inclusi ordini per autobus elettrici Mercedes ECitaro e treni fuel cell Alstom/Bombardier.

Il CEO Sven Schulz e gli altri fondatori della startup hanno già concordato di vendere il 59,4% di quota azionaria in loro possesso. La guida dell’azienda una volta concluso il passaggio di proprietà non sarà soggetta a cambiamenti.

BorgWarner punta a generare entro il 2023 il 36% dei propri ricavi da prodotti collegati a veicoli elettrici ed ibridi e l’acquisizione di Akasol aiuterà a raggiungere gli obiettivi. La fabbrica Akasol operativa in Assia a Langen arriverà a regime ad una capacità di 800 MWh l’anno.

La startup ha anche avviato un progetto di espansione negli Stati Uniti ad Hazel Park, Michigan, dove progetta di arrivare a produrre fino a 2 GWh, mentre in Germania prima dell’acquisizione intendeva aggiungere un’ulteriore fabbrica nei pressi della sede centrale di Darmstadt, un sito che avrebbe dovuto puntare alla capacità di 5 GWh.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Akasol AG