Audi svela al Salone di Ginevra il suo SUV elettrico entry-level: Q4 E-tron

Stessa aria di famiglia dei SUV E-tron dei quattro anelli, Q4 avrà trazione integrale come i fratelli maggiori ma più autonomia (450 km), per rivaleggiare coi crossover concorrenti di Tesla e coreani

A Ginevra chi passa negli stand del Salone dell’Auto potrebbe domandarsi come mai così tanti concept, un tempo a volte ballon d’essai a volte pura provocazione, oggi siano in realtà una anteprima, teaser in acciaio, plastiche, vetro e sempre più abbondantemente silicio, di modelli di cui già stato deciso il lancio.

Come per la Honda E Prototype, anche l’Audi Q4 E-tron è formalmente un concept; in realtà si tratta di un SUV elettrico che nel 2020 sarà commercializzato quasi senza ritocchi rispetto al “prototipo” visibile in Svizzera. La casa di Ingolstadt ha confezionato sicuramente un fratello minore dell’E-tron presentato a settembre 2018 e  il cui arrivo nelle concessionarie anche italiane è iniziato, col contagocce, e forse un anti-Model Y, crossover Tesla atteso il 14 marzo.

4,59 metri di lunghezza, 1,90 di larghezza ed 1,61 di altezza, con un passo di 2,77 metri che si richiama alle caratteristiche della ormai chiacchieratissima (perché onnipresente) piattaforma modulare elettrica MEB Volkswagen. Il design è reso più aggressivo da cerchi da 22″, ma le curve sono più fluide di quelle del modello di segmento superiore.

Nella parte anteriore è ancora ben visibile una calandra (derivata dal single frame tipico Audi) che nel caso di un SUV elettrico è più scelta stilistica che necessità di raffreddamento di masse radianti che senza motore termico sono sparite, mentre le prese d’aria sono ben sfruttate per sottolineare i tratti d’insieme. Nel complesso l’aria di famiglia predomina, così come la cifra tedesca che guarda a un cliente che compra un modello premium, non un modello premium elettrico.

Nel concept Q4 E-tron si ritrova la trazione integrale tanto significativa nella storia Audi, anche se ormai manca il collegamento fisico tra i due assi. I motori elettrici asincroni sono due, uno per asse: quello posteriore sviluppa una potenza di 204 cavalli e 310 Nm di coppia, quello anteriore rispettivamente 102 cavalli e 150 Nm. Insieme si combinano per una accelerazione 0 – 100 km/h compressa in 6,3 secondi, mentre la velocità massima è autolimitata a 180 km/h.

Nella batteria la capacità è di 82 kWh, equivalente ad una autonomia di 450 chilometri. Un valore non trascurabile: si tratta di una autonomia superiore a quella dell’E-tron del segmento superiore. Il Q4 E-tron (che dal 2020 e non si sa per quanto a seguire dovrebbe esser l’entry-level dei SUV di Ingolstadt) con questa autonomia avrà argomenti in grado di controbattere alle qualità dei molto più economici crossover coreani, notoriamente ben dotati in autonomia.

L’abitacolo è riconoscibilmente stile quattro anelli, con due touch screen centrali protagonisti della visuale dei passeggeri seduti davanti con pochi bottoni a vista. Il cruscotto è quello digitale ormai ben noto, il virtual cockpit.

Audi svela al Salone di Ginevra il suo SUV elettrico entry-level: Q4 E-tron 1
Gli interni del nuovo concept di SUV elettrico medio Audi Q4 E-tron, esposto negli stand del Salone di Ginevra 2019 (credito foto: ufficio stampa Audi/Volkswagen Group Italia)

credito foto di apertura: ufficio stampa Audi/Volkswagen Group Italia