La Citroën C5 Aircross Hybrid Concept: su strada nel 2019, presto negli stand a Parigi

La prima tappa di Citroën verso una più convinta elettrificazione nascerà sulla piattaforma EMP2: C5 Aircross Hybrid inizia con 50 chilometri di autonomia

Sarà una delle protagoniste del prossimo Salone di Parigi, la Citroën C5 Aircross Hybrid Concept. E sarà tale, soprattutto, perché ci possiamo aspettare che più che un esercizio di stile (come indicherebbe l’ultima parola del suo nome) si tratti invece di una prefigurazione realistica di un modello molto importante per la marca transalpina.

Con il lancio previsto a fine 2019 (in Francia, in Italia non dovrebbe essere molto diverso), questa ibrida plug-in avrà una batteria con capacità da 13,2 kWh e 50 chilometri di autonomia in configurazione tutta elettrica: a prima vista quel che serve per attirare una clientela europea che sta mettendo in pratica un graduale esodo dai modelli diesel.

Nata sulla ormai notissima piattaforma PSA EMP2, la Citroën C5 Aircross Hybrid Concept abbina al motore benzina PureTech 1.6oocc. da 180 cavalli un motore elettrico da 80 kW (108 cavalli).

Questo e quello messi insieme mettono a disposizione (e analoghi saranno i valori della versione di produzione) 225 cavalli con una coppia da 337 Nm. Il moto va alle ruote anteriori, come è più che legittimo con la marca francese, attraverso una trasmissione automatica EAT8.

La batteria funziona a 200 volt ed ha una capacità di 13,2 kWh: le case che stanno lanciando crossover ibridi plug-in di medie dimensioni sembrano tenersi volentieri al di sotto dei 15 kWh. Tra chi ne ha presentati recentemente Mitsubishi ha quasi la stessa identica capacità del crossover francese. Solo BMW forse (scriviamo forse perché non sono stati ancora precisati i dati) sul nuovo X5 xDrive 45e iPerformance potrebbe aver passato quella soglia.

Nel caso del modello francese gli usi proposti a chi guida saranno tre: ZEV, Hybrid e Sport, da scegliere tramite un selettore sulla console centrale. La versione più eco-amichevole sarà ovviamente ZEV, per la quale la casa annuncia una velocità massima di 135 km/h.

Con l’impiego ibrido i dati di riferimento indicano consumi di 2 litri/100 km ed emissioni di 49 g CO2/km. Saranno valori da riconsiderare in funzione del livello di carica della batteria, ma anche della determinazione con cui chi guida si applicherà alla rigenerazione, che in questa variante della C5 prenderà il nome i Booster: oltre all’approccio convenzionale, è previsto un brake che rinforzerà l’effetto freno-motore senza intervenire sul pedale. Sì, come sulle Leaf

La ricarica da presa classica richiederà tra le 4 e le 8 ore: si ridurrano a due sole con un wallbox 32A. Diodi luminosi piuttosto chiari ed espliciti indicheranno i processi in corso, ad esempio verde a carica completata o blu se si sceglierà dallo schermo di bordo o dall’app MyCitroën la ricarica differita per risparmiare sulla bolletta.

In attesa di vederla in strada nel 2019 Citroën C5 Aircross Hybrid Concept a Parigi 1
Gli interni del concept saranno familiari per chi è già abituato alla C5 Aircross. Sulla versione elettrificata, in aggiunta, sullo schermo da 12,3’’ dalla schermata «hybrid» si potranno seguire i dati di potenza, autonomia e flussi di ricarica legati alla batteria.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Citroën