Da Las Vegas a Parigi senza tappa a Ginevra per la Niro elettrica

Avverrà al salone francese di ottobre l’esordio della versione pressoché definitiva della Kia Niro con batteria da 64 kW e oltre 400 chilometri di autonomia

La Kia Niro fa parte dell’offensiva coreana nella mobilità elettrica, ma dopo la presentazione di gennaio a Las Vegas questo modello era assente a Ginevra, lasciando spazio al lancio della seconda generazione Ceed.

Ma, come hanno scoperto i colleghi della testata francese Automobile Propre alla conferenza stampa di presentazione del salone EVER che si terrà a Monaco in aprile, la Niro elettrica tornerà presto alla ribalta. In Francia: al prossimo salone di Parigi. Al Mondial de l’automobile sarà possibile vedere la versione pressoché definitiva.

Rispetto alla versione vista al CES di Las Vegas, riferisce Michaël Torregrossa, saranno svelati i gruppi ottici e la calandra piena, quest’ultimo un tratto che sembra essere diventato ormai la cifra delle auto “a zero emissioni” coreane, visto che è comune anche ai cugini di Hyundai.

La Niro elettrica condividerà la piattaforma della Hyundai Kona e pare verosimile che a sua volta possa essere resa disponibile con batterie di due capacità alternative: da 39,2 oppure da 64 kWh (il che comporta rispettivamente 135 e 204 cavalli).

Come nel caso della Hyundai Kona, anche la Niro dovrebbe, specie con la versione con motore da 150 kW e batteria grande, assicurare un’offerta di autonomia ampia rispetto non solo alle attuali Soul EV e Ioniq, ma anche alla concorrenza esterna: e non parliamo solo di Leaf e Zoe ma anche di Bolt (Ampera-e) e perfino Model 3.

Con la batteria da 64 kWh infatti alla Kona sono stati attribuiti 382 chilometri di autonomia espressi con ciclo EPA, abbastanza vicini ai dati reali e certo più vicini del vecchio ciclo NEDC, ma anche del nuovo WLTP. Almeno altrettanto interessante dovrebbe essere quella della prossima Niro.

Peraltro un’anteprima della Kia Niro elettrica al salone di Parigi significa che l’arrivo nelle concessionarie europee non possa avere luogo prima dell’inizio del 2019, o forse in qualche raro caso a fine 2018.


Credito foto di apertura: ufficio stampa internazionale Kia