Con GridMotion anche PSA pronta alla ricarica bidirezionale

In Francia test con una rete V2G che collegherà alle colonnine ENEL una piccola flotta di Peugeot e Citroën elettriche

Il nuovo programma GridMotion vuole rivoluzionare l’uso delle colonnine di ricarica delle auto elettriche. Insieme ad alcuni protagonisti dell’energia e della tecnologia il gruppo francese PSA sta sviluppando un programma in cui gli utilizzatori privati e commerciali parteciperanno ad una rete V2G (vehicle-to-grid) in grado di assicurare carica e ricarica bidirezionale.

Inutile dire che delle due parti in cui è organizzato il progetto è proprio questa la più interessante.. Coinvolgerà una mini-flotta di una quindicina di veicoli elettrici (Peugeot iOn e Citroën C-Zero) e insieme all’ENEL, che ha già avviato un progetto analogo insieme alla giapponese  Nissan, le auto (o meglio le loro batterie di trazione) contribuiranno all’equilibrio della rete alternando carica e scarica in funzione di esigenze della rete e dell’utilizzo del mezzo.

Le auto, tutte di flotte aziendali, così provvederanno alla carica delle batterie in fasi di surplus di produzione ma cederanno corrente alla rete quando il picco sarà relativo ai consumi. Sembra l’uovo di colombo, ma gli addetti ai lavori ancora devono raggiungere un verdetto condiviso sull’efficienza del sistema. Ad esempio JB Straubel, che si può considerare l’indiscusso guru delle batterie della Tesla, è molto scettico sulle possibilità di successo della soluzione.

Molto meno soggetto a controversie sarà certamente il test GridMotion di carica unidirezionale a cui parteciperanno una cinquantina di proprietari di auto. Il gruppo francese sta anzi cercando volontari nell’Esagono, purché possiedano Peugeot iOn, Partner Electric, Citroën C-Zero o Berlingo. In questo caso i test si concentreranno sulla scelta ottimale dei momenti di carica, in funzione sia di prezzi dell’energia che delle necessità tipiche degli utilizzatori.

Insieme ai reparti dedicati alla mobilità elettrica di PSA e ad ENEL al programma GridMotion partecipano: Direct Energie, Nuvve, Proxiserve e il politecnico della Danimarca. La durata prevista per questo progetto-pilota è di due anni.


Credito foto di apertura: ufficio stampa internazionale PSA