Il lampo Opel Ampera-e dura sempre di più

Con oltre trecento chilometri di vera autonomia GM punta a rivoluzionare il panorama delle piccole elettriche e non solo

Forse è un po’ troppo, come ha fatto l’agenzia Bloomberg qui, spingersi a scrivere che ora General Motors prende di petto Tesla. Certo è però che la nuova Opel Ampera-e e la gemella americana Chevrolet Bolt paiono destinate a rappresentare una svolta nella mobilità elettrica che riguarda le cosiddette vetture compatte. Grazie ai nuovi pacchi batterie con capacità pari a 60 kWh messi a disposizione dalla coreana LG Chem, la Ampera-e e la Bolt raggiungono un’autonomia di 400 chilometri (con parametri NEDC). Tradotto in chilometri reali si tratta di oltre 300 chilometri.

opel ampera-e autonomia record
(Credito immagine: Opel media website)

La Ampera-e che presto sarà visibile al salone di Parigi, tiene quindi fede alle anticipazioni dei vertici Opel: come si vede nel grafico qui sopra ha una autonomia del 25% maggiore della concorrente più prossima (anche se il confronto non è stato fatto con la versione più recente della BMW i3 che debutterà a giorni nella rassegna francese). Ed in effetti se si fa un confronto “all’americana” in miglia le 238 di range sono meglio delle 219 miglia della meno sofisticata delle Tesla Model S. Non solo, ma la Model 3, destinata ad una produzione di massa nella fabbrica di Fremont ed altrove, e pensata per un cliente medio, per ora è attesa con una autonomia di 215 miglia.

Così, con questi numeri, in General Motors contano sui due lati dell’Atlantico a riuscire a superare quello che dai più è considerato come il limite principale dei veicoli elettrici, ovvero l’ansia legata a un’autonomia ridotta. Riconoscendo che nella realtà l’autonomia viene influenzata da fattori come le caratteristiche del fondo stradale, le condizioni atmosferiche, lo stile di guida o il carico trasportato, l’amministratore delegato della casa del lampo è comunque ottimista: “Ampera-e non vuole essere un modello ecologico di lusso, un gadget o semplicemente una ‘seconda auto’. Opel sta dimostrando che la mobilità elettrica è accessibile anche a un pubblico più vasto grazie a una tecnologia avanzatissima – in altre parole, con Ampera-e, Opel sta favorendo la democratizzazione dell’auto elettrica”.

Il motore da 204 cavalli fa della Ampera-e un lampo che le consente anche di accelerare da 0 a 50 km/h in soli 3,2 secondi e garantisce una ripresa da 80 a 120 km/h ai medi regimi in soli 4,5 secondi. Il video conferma…

 


Credito foto di apertura: Opel Italia media website