Centomila veicoli elettrici dopo

L’Alleanza Renault-Nissan fa scintille e la pietra miliare è una Renault Zoe, consegnata il 9 settembre ad Oslo, in Norvegia.

Leader in Europa col 27% del mercato elettrico di autovetture e veicoli commerciali (in Italia dopo sei mesi era al quinto posto), per Renault questi sono stati giorni da ricordare. A cinque anni di distanza dal lancio del primo veicolo elettrico, la marca francese ha appena consegnato le chiavi del 100.000° (una Zoe) ad Åsmund Gillebo, un norvegese di 41 anni. Per permettergli di godere appiano della sua Zoe, l’acquirente beneficerà di 5 anni di ricarica elettrica offerti da Fortim e di 100.000 minuti di ricarica assicurati da Grønn kontakt, due fornitori locali di energia.

In Norvegia, mercato sempre benigno con i V.E., hanno quindi di che sorridere, ma non è che l’Alleanza tra Renault e Nissan non ne abbia: dal dicembre 2010 ad oggi ha venduto 350.000 veicoli elettrici, con la Nissan Leaf a fare la parte del leone di una performance che ha permesso al sodalizio franco-giapponese di vendere quasi metà dei V.E. nel mondo. Non per tutti, forse per una minoranza di super-appassionati di auto, la Zoe o la Leaf sono il primo modello che viene in mente per indicare la vettura elettrica. Ma una miscellanea di auto passeggeri poco pretenziose ed un gruppo di mezzi commerciali come il Nissan e-NV200 ed il Kangoo Z.E alla fine mettono assieme i numeri.

E, tornando a Renault, nel primo semestre di quest’anno ha commercializzato oltre 15.000 veicoli elettrici (Twizy esclusa), pari ad un incremento del 32% rispetto all’anno precedente. Così, sulle strade europee, un veicolo elettrico su quattro è di marca Renault, mentre in Francia la percentuale sale a un veicolo su due. I principali mercati elettrici di Renault sono la Francia, la Norvegia, il Regno Unito e la Germania.


 

Credito foto di apertura: Renault media website Italia