Francia: auto elettriche più vendute – ottobre 2023

1. Dacia Spring (3.291); 2. MG 4 (1.864); 3. Tesla Model Y (1.833)

A ottobre in Francia la Dacia Spring ha sovra-performato tornando a un primo posto nella classifica delle vendite di auto elettriche da cui mancava dallo scorso mese di luglio. Il mercato automobilistico transalpino come altri nel Vecchio Continente sta gradualmente ritornando a una nuova normalità, e il mese scorso sono state immatricolate nell’Esagono 152.386 autovetture, con una crescita di quasi il 22% rispetto allo stesso mese del 2022.

Nel cumulato del mese, considerando tutte le alimentazioni, l’auto elettrica ha continuato a rosicchiare quote di mercato: a ottobre ha rappresentato una quota del 16,7% delle immatricolazioni, con un aumento di tre punti percentuali su base annua. E in termini di volume, l’aumento è stato del 51%, con 25.473 auto elettriche immatricolate.

In vetta al podio delle vendite questa volta non è stata la solita Tesla Model Y, ma Dacia Spring. La citycar del gruppo Renault ha avuto un ottimo mese in ottobre, con 3.291 immatricolazioni che sono servite a inserirla anche nella Top 10 dei modelli più venduti, quale che fosse la loro propulsione, al 9° posto davanti alla Peugeot 3008.

Il fatto che sia stata di gran lunga l’auto elettrica più venduta in Francia e con una spiegazione ben logica, secondo la stampa transalpina specializzata e non solo perché rimane l’auto elettrica più conveniente, con un prezzo che in Francia al netto degli aiuti di stato indica €20.800.

Le immatricolazioni della Dacia Spring stanno accelerando perché il veicolo come noto è Made in China, e quindi con la revisione voluta da Parigi delle caratteristiche che un veicolo deve avere per accedere alle sovvenzioni, perderà il bonus ecologico nel 2024. Le concessionarie Dacia e la casa quindi stanno spingendo su questo incoraggiando i clienti a effettuare un ordine entro il 15 dicembre, termine ultimo per usufruire del bonus nazionale di €5.000. In pratica la data precisa di scadenza al bonus sta anticipando la domanda di clienti che avrebbero magari pensato ad effettuare l’acquisto nel 2024 ma di fronte alla certezza del prezzo maggiorato anticipano questa decisione.

Questo non vuol dire che la Tesla Model Y sia andata male, con 1.833 immatricolazioni. Ma il mese di inizio trimestre tranquillo del trimestre di Tesla si conferma ancora una volta, dopo un settembre in cui dalla Germania sono arrivate oltre 5.000 Model Y in Francia. Perciò lo scorso mese la vettura di Elon Musk è stata preceduta sul podio delle vendite da MG 4, elettrica con marchio inglese ma prodotta da SAIC Motor a Shanghai. A ottobre ne sono state immatricolate 1.864 unità e anche le concessionarie di questo marchio adesso spingono, prima che il bonus vada perso.

Da inizio 2023 di MG 4 ne sono state consegnate già oltre 14.000, molte anche a paragone del totale record della solita Model Y, che dal 1 gennaio al 31 ottobre ha immatricolato 29.291 esemplari. Miglior modello di un gruppo francese si conferma ancora Spring con 24.393 unità vendute nei primi dieci mesi dell’anno in corso.

Credito grafico di apertura: AUTO21; fonte dati: AVERE-France