Italia: auto elettriche più vendute – novembre 2022

1. Tesla Model Y (1.008); 2. Smart EQ Fortwo (471); 3. Fiat 500 elettrica (396)

Anche nel mese di novembre appena concluso è continuata la ripresa nel mercato auto italiano: il numero di immatricolazioni totali è salito a 119.853 unità, confermano i dati UNRAE, in crescita del 14,7% rispetto alle 104.519 immatricolazioni dello stesso mese del 2021. Nei primi 11 mesi del 2022 a quanto risulta dalle cifre raccolte dall’associazione degli importatori sono state immatricolate 1.211.769 veicoli passeggeri, un calo tuttavia di 160.000 unità rispetto al 2021.

In questo quadro generale continua anche la ripresina delle vendite dei veicoli con la presa ma, anche questo mese, si è trattato di vendite trainate più dalle ibride ricaricabili che dalle elettriche pure: con solo un mese rimasto per chiudere i conti del 2022, i modelli PHEV potrebbero ripetere o superare il loro totale del 2021, mentre i modelli al 100% elettrici saranno alla fine dei dodici mesi sicuramente ben lontani dalle oltre 61.000 dello scorso anno, nonché dalla quota di mercato di allora del 4,4%.

A guidare il podio delle vendite delle elettriche pure è ritornata, come era già avvenuto a settembre, Tesla Model Y con 1.008 esemplari consegnati. Occorre tornare al febbraio scorso per trovare un altro leader di vendite in grado di superare il migliaio di immatricolazioni. Non è stato però uno dei dieci migliori risultati di vendite di sempre in Italia, ma si è trattato del miglior totale italiano per questo modello, anche se lontano dall’essere il record Tesla, che appartiene alla Model 3 in grado a marzo 2021 di superare le 1.300 unità consegnate, che restano per ora il primato mensile di una vettura della casa di Elon Musk nello Stivale. Secondo posto per Smart Fortwo (471) e terza Fiat 500 elettrica (396). Il segmento delle Supermini ha trainato le vendite a novembre (Tesla a parte) con Renault Twingo quarta (393) e quinta Dacia Spring (351). Da notare che il totale dei veicoli elettrici puri si è fermato a 5.162, per una quota di vendite del 4,2%, molto distante dalle 6.963 unità dello stesso mese 2021, quando la quota era allora del 6,5%.

In relativa salute le vendite di ibride ricaricabili, con 6.698 unità vendute rispetto alle 5.686 dell’anno precedente e la quota di mercato però non troppo dissimile: 5,5% quella attuale, contro il 5,3% del novembre 2021. Il podio ha visto inserirsi davanti a tutti Jeep Renegade (923 pezzi) davanti a Jeep Compass (801) e al SUV del gruppo Geely Lynk&Co 01 (677). Se si guarda al cumulato del 2022 dopo undici mesi Compass è prima con 10.022 unità, davanti a Renegade (7.130) e a Lynk&CO 01 (3.995). La quota totale delle ibride ricaricabili ammonta al 5,1% contro il 4,6% del cumulato alla fine dello stesso periodo dell’anno scorso: 62.470 i PHEV scesi sulle strade italiane finora contro 64.074 del 2021.

Il cumulato delle elettriche pure del 2022 resterà invece lontano dal primato 2021, come anticipato: 44.942 il totale parziale al 30 novembre secondo i dati UNRAE, per una quota di mercato del nuovo del 3,7%. La curiosità che emerge dagli ultimi dati è che il podio delle vendite del 2022 si può considerare già deciso quanto a nomi dei protagonisti: a giocarselo saranno 500 elettrica, Model Y e Smart Fortwo.

Peraltro la citycar di Mirafiori partirà avvantaggiata grazie alle 5.982 unità vendute finora in Italia, malgrado negli ultimi mesi i mercati di Francia, Germania e Nord Europa ormai se la contendano più di quanto non avvenga in casa. La quota della piccola Fiat risulta del 13,3% del mercato, contro il 9,1% della seconda classificata Fortwo, grazie a 4.098 immatricolazioni.

Ma né l’una né l’altra casa possono evitare di guardarsi le spalle, perché Tesla conclude l’anno da sempre con grandi exploit di vendite e Model Y in Italia è già arrivata a 3.864 esemplari (con una quota dell’8,6%) e potrebbe creare sorprese. Fuori dai giochi tutte le altre, inclusa l’ex-beniamina dei fan Tesla Model 3, attualmente fuori anche dalla Top10 provvisoria e undicesima con 1.169 consegne).

Infine per concludere gettiamo anche un rapido sguardo alle ibride convenzionali, che a novembre hanno ricevuto 40.895 ordini per una quota del 33,6% del mercato: nello stesso mese del 2021 erano state 33.464 per il 31,3% di quota. Guardando al cumulato full hybrid e mild hybrid hanno raccolto 417.932 immatricolazioni (quota del 34%) superando il valore di 400.726 a cui fa riferimento lo stesso periodo 2021 (quota del 28,9%). Nessuna novità nelle classifiche: la Panda mild hybrid è stata prima nel mese (7.297) e largamente prima sul cumulato annuale provvisorio (83.999).

Credito grafico di apertura: AUTO21; fonte dati: UNRAE