Il nuovo volto di Skoda, svelato a partire dal concept Vision 7S

Nuova strategia, nuovo logo e nuovo design, Skoda si sta reinventando e il marchio ceco ha scelto un concept di SUV elettrico a sette posti per iniziare a presentare nuova identità e progetti fino al 2030

L’azienda ceca ha presentato nella sua roccaforte ceca nuovi pilastri della propria roadmap fino al 2030. Questo ambizioso piano chiamato “Next Level” e lanciato nella sua versione originaria nel giugno dello scorso anno, prevede una grande accelerazione nei settori dell’elettricità, del digitale e del design.

Il produttore ha infatti annunciato che entro questo arco di tempo il 70% della sua gamma sarà composta da modelli 100% elettrici. Per fare ciò, Skoda inietterà €5,6 miliardi di investimenti nella mobilità elettrica e quasi €700 milioni nella digitalizzazione.

Per supportare questa nuova strategia, il marchio sta adottando una nuova identità visiva: “Modern Solid” è il nome commerciale scelto da Skoda per descrivere il design rinnovato. “Il cambiamento più importante per Skoda da quando è entrata a far parte del gruppo Volkswagen 30 anni fa”, ha sottolineato Martin Jahn, membro del consiglio di amministrazione.

Entro il 2026 questo piano contempla i lanci di tre nuovi modelli elettrici: una citycar, un SUV compatto delle dimensioni dell’attuale Karoq e proprio un SUV per famiglie, a sette posti, previsto entro la fine del 2025, che è stato svelato ieri sera in Repubblica Ceca in forma di concept.

Da rilevare che il numero uno Klaus Zellmer ha confermato alla stampa inglese che entro la fine del decennio ci sarà una sostituta al 100% elettrica anche per Fabia, in un segmento analogo per prezzi all’attuale modello a propulsione convenzionale.

Ma, ritornando a Vision 7S, anch’esso è basato sulla piattaforma modulare flessibile (MEB) del gruppo di Wolfsburg, che i cechi sono stati i primi ad avere a disposizione fuori dalla fabbrica di Zwickau; sfoggia una silhouette da SUV classico caratterizzata da spalle larghe, passaruota quadrati e cerchi di grande diametro.

Il Vision 7S sfoggia soprattutto diversi tratti che si troveranno sui futuri modelli Skoda ed in particolare il “Teck-deck” nella parte anteriore. La familiare griglia è stata perfezionata e le nervature sono ora sostituite da vetri oscurati. Il tutto è evidenziato da una striscia LED che si estende su tutta la larghezza del veicolo. La scritta “Skoda” ora sostituisce il logo al bordo del cofano, con la freccia alata molto semplificata.

Alle estremità di questo nuovo frontale, ci sono nuove ottiche a forma di T che confluiscono sui parafanghi. Nella parte inferiore dei paraurti, sia anteriore che posteriore, sono presenti 7 prese d’aria verticali di cui una arancione. Quest’ultimo dà accesso a un interruttore in caso di problemi.

La parte posteriore composta da un tetto leggermente inclinato, un imponente spoiler e un fondo dal design specifico puntano alle prestazioni aerodinamiche. Il tutto è messo in risalto da una nuova colorazione verde opaco, che sarà proposta per la prima volta nella gamma del produttore ceco.

Il concept è stato presentato con porte antagoniste per evidenziare un interno luminoso con plancia minimalista; lo schermo multimediale ruota di 90°, come i sedili, nelle soste o durante la ricarica. Meno rassicurante invece la posizione del seggiolino sul tunnel centrale (credito foto: ufficio stampa marca Skoda /VW Group Italia)

L’intero abitacolo è rivestito da un mix di materiali sostenibili e durevoli. La parte superiore del cruscotto e delle portiere è rifinita in pelle artificiale scura e delimitata da un’illuminazione ambientale indiretta che sottolinea il design protettivo avvolgente. Le parti inferiori, come il cruscotto e i braccioli delle portiere, sono rivestite in pelle artificiale più chiara che riprende il colore esterno Explorer Green accentuato dall’illuminazione ambientale diretta.

Per Vision 7S, il team di progettisti Skoda ha ripensato l’interfaccia uomo/macchina da zero, sottolineando l’armonia tra i comandi aptici (manuali) e virtuali (su schermo). Ovvero, ci sono ancora comandi fisici e tutto è stato progettato per semplificare l’esperienza dell’utente. Gli elementi di comando sono intuitivi e consentono sempre al conducente di trovare e utilizzare facilmente la funzione desiderata.

Vision 7S offre ai passeggeri due diverse configurazioni: Driving e Relax. Durante la guida, tutti i comandi sono nella posizione ideale, a portata di mano del conducente, mentre il touchscreen centrale da 14,6 pollici è orientato verticalmente per migliorare l’accessibilità e la sovrapposizione delle informazioni.

Durante la ricarica o la sosta, la modalità Relax trasforma l’abitacolo con un unico movimento sincrono: il volante e il quadro strumenti scivolano all’indietro rispetto al guidatore e ai passeggeri per creare ulteriore spazio. I sedili della prima fila ruotano verso l’interno e si reclinano per maggiore comfort, consentendo anche ai passeggeri posteriori di vedere lo schermo. Anche i sedili della seconda fila sono reclinabili.

Skoda Vision 7S porta al debutto una nuova serie di funzioni Simply Clever di cui la casa boema va fiera. Le bocchette d’aria sul cruscotto funzionano in modo discreto e diffuso fino a quando non è necessaria una ventilazione più diretta; premendo un pulsante, scorrono verso l’alto per fornire un flusso d’aria diretto.

I passeggeri troveranno poi superfici magnetiche sotto la console centrale, dove è possibile fissare in modo sicuro le borracce metalliche Skoda per bevande o un kit di pronto soccorso. Vision 7S comprende anche dei pratici zaini che si agganciano magneticamente agli schienali dei sedili e possono essere portati con sé nelle gite fuori porta.

Se di questi dettagli la casa è prodiga, lo è stata meno sulla scheda tecnica: il concept è accreditato di una batteria con capacità di 89 kWh e autonomia massima di 600 chilometri considerati con ciclo WLTP, e sarà ricaricabile con una potenza massima fino a 200 kW.

Il concept è “figlio” di Mlada Boleslav, dove la scorsa primavera Skoda ha inaugurato una linea di assemblaggio di celle della coreana LG Energy Solution in grado di produrre annualmente 250.000 pacchi batterie per modelli elettrici puri e ibridi ricaricabili.

Credito foto di apertura: ufficio stampa marca Skoda / VW Group Italia