Volvo costruirà una nuova fabbrica da €1,2 miliardi in Slovacchia

Gli svedesi hanno scelto l’Europa Orientale per il loro terzo impianto del continente: avrà una capacità fino a 250.000 esemplari l’anno, costruirà solo auto elettriche, e aprirà le porte nel 2026

Volvo Cars ha annunciato oggi con una nota ufficiale ed un webcast che aprirà una terza fabbrica in Europa, creata per posizionare l’azienda adeguatamente per soddisfare la continua domanda di auto elettriche da parte dei suoi clienti e cogliere il potenziale di crescita futuro.

Il nuovo impianto sarà neutrale dal punto di vista dell’impatto sul clima e costruirà solo auto elettriche, sostenendo l’ambizione dell’azienda di esibire una gamma completamente elettrica entro il 2030 e climaticamente neutra entro il 2040 e di continuare ad espandere la sua capacità produttiva globale per soddisfare le sue ambizioni di crescita. Il marchio svedese fin dal 2017 aveva annunciato che a partire dal 2019 sarebbe iniziata l’era dell’elettrificazione con tutta la gamma provvista di versioni elettrificate.

Scegliendo la Slovacchia come sede del suo nuovo stabilimento, Volvo Cars ha creato una sorta di triangolo europeo di produzione che copre la sua più grande regione per vendite, integrando lo stabilimento di Gand (Belgio) nell’Europa Occidentale e lo stabilimento di Torslanda (Svezia) nel Nord Europa.

Il nuovo sito produttivo rappresenta un investimento di circa €1,2 miliardi e sarà situato vicino a Kosice, nella parte orientale della Slovacchia, dove beneficerà di una catena di approvvigionamento automobilistica ben consolidata, in quanto diventerà il quinto stabilimento automobilistico nel paese. Secondo i dati dell’associazione europea delle case auto ACEA, la Slovacchia è il primo produttore auto del Vecchio Continente in rapporto agli abitanti, mentre per volumi resta leader la Germania.

Volvo Cars ha l’ambizione di raggiungere un fatturato annuo di 1,2 milioni di auto entro la metà del decennio, che mira a soddisfare con un’impronta produttiva globale che abbraccia Europa, Stati Uniti e Asia.

La costruzione dell’impianto di Kosice dovrebbe iniziare nel 2023, con attrezzature e linee di produzione installate nel corso del 2024. La produzione in serie di auto Volvo elettriche pure di prossima generazione dovrebbe iniziare nel 2026.

In linea con l’ambizione di Volvo Cars di avere operazioni di produzione climaticamente neutre entro il 2025, l’impianto utilizzerà solo energia climaticamente neutra. Sarà inoltre progettata per essere leader nella produzione di auto elettriche premium sostenibili ed efficienti con un layout e un flusso logistico ottimizzati, mentre Volvo Cars mira ai più elevati standard globali in termini di efficienza energetica e ambientale.

Per quanto riguarda la posizione, Kosice offre buoni collegamenti logistici e di trasporto con il resto d’Europa e l’accesso a una buona base di fornitori. Anche gli incentivi offerti dal governo slovacco sono stati un fattore chiave nella decisione di localizzare l’impianto a Kosice.

La struttura è progettata per produrre fino a 250.000 auto all’anno e si prevede che fornirà diverse migliaia di nuovi posti di lavoro nella regione: circa 3.300 secondo l’agenzia Reuters. Il sito consentirà inoltre un’ulteriore futura espansione dell’impianto.

La creazione dello stabilimento di Kosice rappresenta il primo nuovo sito di produzione europeo per Volvo Cars da quasi 60 anni ad oggi. Lo stabilimento di Torslanda fu aperto nel 1964, mentre lo stabilimento di Gand seguì un anno dopo. Insieme, queste strutture possono produrre 600.000 auto all’anno.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Volvo Cars