Mazda avrà una gamma con 13 modelli elettrificati entro il 2025

La casa giapponese adeguerà la propria flotta per arrivare alla neutralità al carbonio entro il 2050: ma non pare avere troppa fretta, considerato che solo un quarto della gamma sarà al 100% elettrica nel 2030

Uno dei marchi che meno aveva sposato l’entusiasmo per batterie e prese elettriche, Mazda, ha appena aggiornato i propri piani per il futuro della gamma confermando ufficialmente che presenterà 13 veicoli elettrificati entro il 2025, tra modelli all electric, ibride plug-in e convenzionali, e che prevede di portare verso l’elettrificazione l’intera gamma entro il 2030, un anno entro il quale la casa giapponese ritiene che un quarto dei suoi prodotti sarà al 100% elettrico, peraltro una quota che non la mette in posizione di preminenza rispetto a quelle della gamma prevista da gruppi rivali.

Tra il 2022 e il 2025, si legge nella nota diffusa dall’ufficio stampa dell’importatore italiano, Mazda introdurrà una gamma di nuovi modelli elettrificati utilizzando la Skyactiv Multi-Solution Scalable Architecture, una piattaforma principalmente destinata Giappone, Europa, Stati Uniti, Cina e mercato ASEAN. Questa gamma comprenderà cinque modelli ibridi, cinque modelli ibridi plug-in e tre modelli elettrici. Ulteriori dettagli su questi nuovi prodotti e sui loro mercati di lancio saranno annunciati in seguito.

Mazda sta inoltre sviluppando una piattaforma dedicata per i veicoli elettrici, la Skyactiv EV Scalable Architecture che verrà utilizzata per veicoli elettrici di varie dimensioni e tipologia di carrozzeria sui prodotti che saranno lanciati tra il 2025 e il 2030.

Che le batterie non siano secondo manager ed ingegneri giapponesi la soluzione esclusiva, come invece pensano alcuni amministratori delegati occidentali a cominciare da Herbert Diess di Volkswagen, lo suggerisce il fatto che Mazda ha ritenuto di dover confermare il suo impegno con percorsi alternativi che secondo loro possono portate un contributo nel ridurre le emissioni clima-alteranti.

Infatti accanto al lavoro che verrà dedicato alla Skyactiv Multi-Solution Scalable Architecture sull’elettrificazione, continuerà di pari passo lo sviluppo dei motori a combustione interna, che altri competitor considerano invece tecnologia più che matura.

Se i modelli elettrificati aumenteranno di numero nella gamma futura, nel caso Mazda invece continuerà il lavoro sul propulsore E-Skyactiv X ed è prevista inoltre l’introduzione di nuovi motori sei cilindri in linea.

Per evitare di accelerare la messa in archivio dei motori convenzionali inoltre Mazda continuerà ad investire in differenti progetti e partnership per promuovere lo sviluppo e l’uso dei combustibili rinnovabili sulle auto.

In Giappone Mazda è coinvolta in vari progetti di ricerca e studi congiunti nell’ambito della collaborazione in corso tra industria, università e governo per promuovere la diffusa adozione di biocarburanti ricavati dalla crescita di micro-alghe. In Europa, Mazda è stata nel febbraio 2021 il primo costruttore ad entrare a far parte della EFuel Alliance.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Mazda Italia