Rinnovata Note, battistrada dell’ibrido «E-Power»

La terza generazione di citycar ibrida seriale Nissan svela linee più fluide e migliora l’efficienza nei consumi, meritandosi anche una versione a trazione integrale

Nissan Note passa alla terza generazione, almeno in Giappone, dove è stata presentata la nuova versione di questa compatta molto gradita sul mercato nazionale, che alla concorrenza interna della Juke ha risposto grazie alla tecnologia ibrida E-Power, lanciata nel 2016. Sia quest’ultimo aspetto, sia il fatto che la casa ha previsto una novità che potremmo vedere anche a queste latitudine ci ha incuriosito.

Questa vettura che Nissan sembra voler lasciare solo in Asia ha una lunghezza di 4,04 metri, che la metterebbe in concorrenza diretta con modelli popolari in Italia come Renault Clio o Ford Fiesta, e tratti che sembrano aver preso dal nuovo filone stilistico incarnato dalla prossima Ariya, per quanto sia possibile considerato che in quest’ultimo caso si tratta di un crossover.

Anche negli interni si segue l’evoluzione verso il crescente predominio degli schermi uno per la strumentazione e uno per l’infotainment, almeno fino a quando i comandi vocali non saranno totalmente affidabili, con forme modernizzate. Nell’equipaggiamento non mancherà la connettività, inclusa predisposizione Apple CarPlay ed Android Auto né il Navi-Link abbinato alla più recente iterazione del sistema di assistenza alla guida ProPilot, ormai in grado di decelerare autonomamente prima di una rotonda e di leggere i segnali stradali o di divieto.

Sulla nuova Note migliorano la potenza e la coppia che da 109 cavalli e 254 Nm passano a 116 cavalli e 280 Nm erogati dal motore EM47: come è il caso nei modelli ibridi seriali, a cui appartiene la tecnologia E-Power, il movimento alla ruota proviene sempre dal motore elettrico 1,2 litri da 82 cavalli, mentre quello termico provvede a mantenere carica la batteria di trazione.

Nei modelli E-Power, che in Giappone includono anche la Serena, mentre in Europa sarà disponibile sul best seller Qashqai, questo si tradurrà in valori lusinghieri di consumi grazie all’efficienza dello schema: in base allo standard di omologazione nazionale JC08 quello previsto è tra 2,61 e i 2,87 litri/100 chilometri, rispetto ai 2,94 l/100 km della prima generazione ibrida seriale.

Dove la casa di Yokohama invece ha sorpreso con la nuova Note è nel proporre anche una versione E-Power a trazione integrale, non una variante comune su veicoli di queste dimensioni, nella quale sarà installato un secondo motore da 50 kW (67 cavalli) sull’assale posteriore. Una proposta di questo genere non sarebbe una cattiva idea sul prossimo Qashqai, specie su alcuni mercati con inverni lunghi e per la clientela delle zone alpine. Niente Nissan Note al 100% elettrica all’orizzonte, invece….

HyperFocal: 0
Credito foto di apertura: ufficio stampa Nissan Motor Corp.