Rassegna 4 – 10 ottobre : le notizie della settimana su auto elettriche, innovazione

LA NOTIZIA PIÙ LETTA DI QUESTA SETTIMANA:

“Come Porsche punta a risparmiare energia e allungare l’autonomia”
(6 ottobre)
Ormai è maturo un algoritmo predittivo affinato da Porsche Engineering insieme al Politecnico di Praga per mantenere la batteria alla temperatura ideale per il momento della ricarica
— Con una interessante nota stampa Porsche rivela i dettagli relativi al proprio sistema predittivo di gestione delle temperature. Porsche Engineering ha progettato un sistema che farà sì che le batterie delle sue auto siano nella fascia di temperatura ottimale (25/30°) per iniziare la ricarica alla massima potenza al momento dell’arrivo alla colonnina.

QUESTA SETTIMANA CI È PIACIUTO SCRIVERE:

Rassegna 4 – 10 ottobre : le notizie della settimana su auto elettriche, innovazione 1
In Mercedes-Benz la tecnologia dei modelli elettrici che avranno presto un nuovo campione nella concept car Vision EQX diventerà via via più casalinga: impianto elettrico per la prossima generazione EQ a 800 volt, trasmissione a due velocità invece di una sola riduzione come i modelli attuali, motori elettrici a magneti permanenti tutti realizzati in-house. Allo sviluppo delle batterie concorrerà il reparto ricerca e sviluppo della stella a tre punte, in collaborazione coi partner cinesi CATL e Farasis e l’americana Sila Nano. (Credito immagine: ufficio stampa Daimler AG)

“Sempre più batterie ad illuminare la stella a tre punte”
(7 ottobre)
Al capo dei sindacati di fabbrica non piace l’accelerata Mercedes sull’elettrico, ma manager e ingegneri si sono presentati agli investitori convinti di aver fatto bene i compiti
—  A poche ore dall’incontro con gli investitori dei top manager Mercedes-Benz, stamattina in una colonna sul quotidiano finanziario Handelsblatt Franz Hubik commentava che il piano di Ola Källenius di concentrarsi via via di più sul luxury e sull’elettrico sembra sensato. Ridurre l’impegno con le auto compatte, sulle quali è più difficile guadagnare, era una necessità inevitabile con la Spada di Damocle sulla testa dei nuovi valori di emissioni di CO2 che l’intera flotta deve rispettare in Europa. Un impegno gravoso per Daimler, come in modo ricorrente ricordano i dati delle ONG ambientaliste.

QUESTA SETTIMANA CI È PIACIUTO LEGGERE:

Rassegna 4 – 10 ottobre : le notizie della settimana su auto elettriche, innovazione 2
In Francia Nawa Technologies presenta un elettrodo formato di nanotubi al carbonio allineati verticalmente e pronti essere rivestiti di materiali attivi (litio o zolfo, sodio eccetera) che riduce drasticamente i percorsi degli ioni a pochi nanometri rispetto ai micrometri degli elettrodi convenzionali. Dal punto di vista pratico questo si traduce in una densità di potenza molto più elevata e nella possibilità di valori di carica e scarica raggiungibili molto più veloci. (credito foto: press kit Nawa Technologies)

World’s fastest electrodes triple the density of lithium batteries”
(New Atlas)
French company Nawa technologies says it’s already in production on a new electrode design that can radically boost the performance of existing and future battery chemistries, delivering up to 3x the energy density, 10x the power, vastly faster charging and battery lifespans up to five times as long.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Porsche AG