Dopo la crisi il rilancio per la startup E.GO Mobile

La società di Aquisgrana acquisita da investitori olandesi ora ripartirà col programma della citycar E.GO Life e lo shuttle E.GO Moove realizzato dalla joint venture con ZF

Il 2020 non è stato finora un anno semplice per nessuno e in Germania in particolare non lo è stato per due startup della mobilità elettrica che hanno sperimentato difficoltà come StreetScooter ed E.GO Mobile. Quest’ultima tuttavia ha annunciato questa settimana un vero e proprio rilancio.

Dallo scorso 1 settembre attività e staff di E.GO Mobile AG sono passati al gruppo olandese ND Industrial BV per una cifra che le parti interessate hanno concordato di tenere riservata.

La compagnia da ora si chiama Next E.GO Mobile SE ed è diretta dall’amministratore delegato Ulrich Hermann. Il fondatore Günther Schuh (a sin. nella foto col nuovo CEO) lascerà le responsabilità operative per diventare chairman del consiglio di amministrazione.

Non appena arriverà la certificazione della nuova società come produttore di veicoli e i contratti coi fornitori saranno aggiornati, la produzione nel sito di Rothe Erde ad Aquisgrana potrà ripartire. L’azienda riferisce che vendite ed assistenza della citycar e. GO Life sono riprese.

E.GO Mobile già dallo scorso anno aveva avuto difficoltà a tenere dietro agli obiettivi di vendita per la piccola elettrica e per lo shuttle presenti nella gamma. Ad aprile, quando cominciavano a farsi sentire pesantemente gli effetti della pandemia, aveva cercato il concordato, iniziando anche a cercare investitori in grado di rilanciare le sorti dell’attività.

Il professor Günther Schuh ha rilasciato commenti ottimistici sulle prospettive: “non volevamo solo sopravvivere alla pandemia e alla crisi che ha causato, volevamo emergere più forti e diventare quella icona tedesca a cui E.GO è predestinata. Per far questo avevamo bisogno di trovare un parter professionale e strategico con cui potere realizzare il nostro grande potenziale di crescita”.

Next.e.GO Mobile SE riprenderà quindi il lavoro sull’E.GO Life, che è specialmente destinato ai clienti privati. Ma l’azienda ha anche avviato una joint venture col colosso della fornitura ZF chiamata E.GO Moove che entro l’anno prevedeva di omologare il suo spigoloso veicolo elettrico nelle classi M2 (shuttle trasporto persone) ed N1 (trasporto merci). Poiché la nuova azienda riferisce nella nota di continuare le attività delle controllate, anche questo progetto dovrebbe ripartire.

ND Industrial è un fondo internazionale di private equity che fa parte dell’ND Group ed è specializzato in investimenti in infrastrutture, energia, logistica, immobili e servizi finanziari. Il responsabile delle fusioni e acquiszioni Thomas Poplat ha detto dell’operazione: “Siamo entusiasti di sostenere il futuro di E.GO. L’azienda rientra molto bene nei nostri obiettivi sulla sostenibilità, elettrificazione e digitalizzazione”.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Next E.GO Mobile