A Bologna da oggi è attivo il nuovo car sharing al 100 per cento elettrico Corrente

Nella città emiliana Corrente porta subito 120 Renault Zoe che saliranno presto a 240, mentre il servizio Car2Go annuncia novità per rendere più efficienti prezzi e disponibilità delle sue Smart

Da oggi a Bologna è attivo il servizio di car sharing al 100 per cento elettrico Corrente, con veicoli disponibili su aree pubbliche o in parcheggi dedicati in un’area operativa di 45 km2.  Saranno 240 le Renault Zoe che cittadini bolognesi e visitatori potranno trovare disponibili tra questo fine settimana e la settimana di Pasqua del 2019.

Il servizio Corrente è frutto di una collaborazione tra Renault ed Omnibus, il consorzio pubblico-privato che riunisce TPER (Trasporto Passeggeri Emilia Romagna), Cosepuri e Saca, che partirà subito con un primo stock di 120 Renault Zoe, una flotta che salirà l’anno prossimo a 240 arricchendo l’offerta di mobilità con un’alternativa pubblica, condivisa e sostenibile, per i cittadini e le imprese del territorio.

Fin dallo scorso 8 ottobre questi ultimi hanno cominciato ad avere la possibilità di registrarsi sulla piattaforma online (www.corrente.bo.it) o di scaricare l’immancabile app. Chi ha cominciato a lasciare i dati per i pagamenti (che avvengono per i soli minuti di effettivo utilizzo) e chi si registrerà ora potrà usufruire, fino al 31 dicembre 2018, di una speciale tariffa di lancio di 20 centesimi al minuto. La tariffa dal 2019 sarà applicata anche agli abbonati annuali TPER. Sono anche previste forme di convenzione già in fase di sottoscrizione con le imprese ed operatori pubblici e privati.

Alle Zoe del car sharing al 100% elettrico Corrente sarà consentito l’accesso alle zone a traffico limitato del Comune di Bologna (ad eccezione delle aree pedonali) e sulle corsie preferenziali, nonché la gratuità della sosta sulle strisce blu, negli stalli bianchi per i residenti e nei posti auto riservati al car sharing.

A Bologna da oggi è attivo il nuovo car sharing al 100 per cento elettrico Corrente
A Firenze è appena partito un programma-test di Car2Go che punta a ridurre i periodi di inutilizzo di auto oggi riscontrato in alcune zone della città, intervenendo sui prezzi al minuto (credito foto: AUTO21)

Mentre a Bologna un nuovo servizio di car sharing lavora sull’efficienza delle emissioni un altro già attivo da anni, Car2Go, sta affinando la sua strategia per aumentare l’efficienza della disponibilità di veicoli, che in alcune zone, per lo più periferiche, rimangono inutilizzate per lunghi periodi di tempo senza così essere noleggiate.

Lo specchio della situazione è che nel centro delle città, dove la domanda del servizio è invece più alta, non circolano tante auto condivise quante sarebbe auspicabile per contribuire nel modo ideale ad alleviare congestione del traffico e livelli di emissioni.

Per migliorare l’equilibrio del servizio da questa settimana a Firenze è iniziato un programma-pilota che prevede che il prezzo al minuto delle Smart bianche diminuisca nelle aree a bassa domanda, rendendo quindi il veicolo più attraente da noleggiare per i clienti che potranno così risparmiare fino al 20% del costo totale.

In questo modo, tali veicoli saranno più attivi e in continua circolazione e così aumenterà la disponibilità delle auto nelle aree in cui sono più richieste. Per bilanciare l’introduzione di prezzi più bassi, il costo delle vetture che si trovano in un’area ad alta domanda salirà di pochi centesimi.

Il costo al minuto del servizio si adatta in base all’ora e alla posizione della vettura: le auto che rimangono inutilizzate nelle aree a bassa domanda partono da €0,19 al minuto per il modello Smart Fortwo e €0,21 al minuto per le Forfour. Nelle aree a maggiore richiesta invece il prezzo sarà di €0,29 al minuto per le Fortwo e di €0,31 al minuto per le quattro porte.

In alcune zone di Firenze in cui il servizio viene utilizzato già oggi in modo equilibrato, il costo delle vetture è rimasto invariato rispetto a quello già in uso precedentemente, ovvero €0,24 al minuto per il modello Fortwo e €0,26 al minuto per le Forfour. I clienti potranno sempre verificare la tariffa selezionando l’auto disponibile nell’app, coi prezzi più convenienti indicati in rosso sulle videate.


Credito foto di apertura: ufficio stampa Renault Italia