La prima Mercedes-Benz (EQ) prodotta in Francia sarà elettrica

Daimler investirà mezzo miliardo di euro ad Hambach, dove nascono le Smart Fortwo elettriche, per produrre una compatta che metta paura alla Model 3

Il gruppo Daimler investirà mezzo miliardo di euro nello stabilimento di Hambach per iniziare a produrre una nuova auto elettrica compatta col brand EQ, che contraddistinguerà la gamma a zero emissioni Mercedes-Benz. Il modello deriverà dalla Concept EQA presentata al salone di Francoforte 2017.

Nello stabilimento francese continueranno ad essere costruite le Smart (primo marchio del gruppo ad adottare il marchio EQ), auto che attualmente stanno conoscendo un piccolo boom di vendite delle versioni a batteria sui mercati di molti paesi, Italia e Germania incluse. Ad Hambach si producono attualmente la Smart EQ Fortwo coupé e la EQ Fortwo cabrio.

Daimler ha in mente di lanciare dieci o più nuovi modelli elettrici entro il 2022. Il responsabile della produzione Markus Schäfer a dichiarato nella nota diffusa dal gruppo tedesco che “lo stabilimento Smart di Hambach diventerà parte del nostro network globale di produzione di auto compatte che ha come suo impianto leader Rastatt, in Germania”.

Al momento Mercedes-Benz produce i suoi modelli di dimensioni compatte (Classe A e GLA) proprio a Rastatt (Germania), oltre a Kecskemét (Ungheria), Pechino ed Aguascalientes, Mexico. Nel 2017 le auto di questa piattaforma vendute globalmente sono state circa 420.000.

Per Daimler l’intensificazione del lavoro sulle compatte del brand EQ si affianca all’impulso che sta dando al crossover medio EQC, che uscirà a partire dal 2019, e secondo alcune indiscrezioni (che i tedeschi non hanno confermato) in Cina addirittura a fine 2018 nella versione realizzata dalla joint venture con la locale BAIC.

Daimler sta preparando un vero e proprio ecosistema per il brand EQ rispecchiando, secondo la testata Automotive News, nel settore a zero emissioni quanto appreso nel far crescere il marchio high-performance AMG: inclusi test-drive e spazi negli autosaloni dedicati e mirati.

Il lancio dell’EQC sarà particolarmente importante anche per replicare alla concorrenza Tesla tra i marchi premium. Gli americani nel 2017 hanno infatti spopolato, vendendo 28.800 berline di fascia alta Model S, quasi il doppio della Mercedes-Benz Classe S ed il triplo della BMW Serie 7.

Nei mesi più recenti pare però che in questo segmento la replica ai tradizionali incumbent tedeschi stia riuscendo. Ora in particolare Daimler, con la sua nuova EQC, intenderebbe sfidare Tesla anche sul terreno dei modelli elettrici medi. Ovvero proprio quella Model 3 il cui successo nel mondo automotive tutti ritengono determinante per l’avvenire della casa di Palo Alto.


Credito foto di apertura: ufficio stampa Daimler AG