Il nuovo stabilimento GAC Motor punterà sull’auto elettrica

L’ambiziosa casa di Guangzhou vi costruirà sette nuovi veicoli elettrici e guarda alla qualità per sfondare fuori dalla Cina

Quasi $700 milioni per il solo nuovo stabilimento GAC Motor che costruirà auto elettriche. È quanto si avvia a spendere la casa automobilistica del Guandong (nella Cina meridionale) nell’ambito di un più ampio progetto che creerà un parco industriale di cinque chilometri quadrati con investimenti complessivi per l’equivalente di $6,5 miliardi.

La nota stampa della marca che fa parte della grande corporation Guangzhou Automobile Group, afferma che il sito produttivo sarà terminato alla fine del 2018. A quel punto la consociata avrà la possibilità di aumentare la propria capacità produttiva di 200.000 vetture l’anno.

Nei prossimi cinque anni, sforneremo almeno sette nuovi modelli di veicoli elettrici e copriremo tre serie di prodotti incluse elettriche pure, auto con range-extender ed ibride. Il nostro obiettivo è che GAC Motor raggiunga il primato nel settore delle auto elettriche e raggiunga vendite di 20.000 veicoli elettrici per il 2020″, ha detto il direttore generale di GAC Motor Yu Jun.

In quest’ottica GAC Motor ha da poco presentato il suo primo veicolo interamente elettrico: la GE3. Lo ha fatto però lontano dai patrii confini: al salone di Detroit, dove ha svelato una versione quasi definitiva di un crossover con motore elettrico da 177 cavalli, velocità massima di 156 km/h e una autonomia di circa trecento chilometri.

GAC Motor GE3 auto elettrica
L’elettrica GE3 è stata presentata al salone di Detroit 2017 col nomignolo “Trumpchi”. Lunga 4346 mm, ha un passo di 2560 mm. (Credito foto: sito internet internazionale GAC Motor).

Poi al salone di Shanghai ha ampliato il suo schieramento elettrico con due ibride ricaricabili: la berlina GA3S ed il SUV GS4. GAC Motor non fa mistero di voler essere la prima marca cinese a riuscire ad imporsi sui mercati tradizionali, entrando anche in America dal 2019 in poi.

Nel nuovo stabilimento GAC Motor di Guangzhou la casa cinese inizierà a servirsi di alcuni dei più importanti fornitori internazionali dell’automotive

In quest’ottica sta lavorando per sostituire alcuni partner tra i propri fornitori con aziende di prima fascia in grado di soddisfare le esigenze di qualità di clienti molto esigenti: nell’ultimo periodo ha rivelato che collaborerà con Aisin Seiki, Michelin, Continental e Faurecia. Inoltre l’azienda con sede a Guangzhou sta ampliando la sua struttura di ricerca e sviluppo con sedi americane in località strategiche come Silicon Valley, Detroit e Boston.

A sorreggere questa corsa alla qualità di GAC Motor (che da quattro anni è la migliore marca auto cinese nei ranking di J.D. Power) c’è una crescita delle vendite quasi mozzafiato: nel 2016 ha raddoppiato il volume portandolo a 380.000 unità a livello globale. Ma nel settore delle elettriche le ambizioni di GAC Motor troveranno fertile terreno forse più in patria che fuori dai confini. Le statistiche del Dipartimento dell’Energia americano hanno appena confermato che la Cina da sola nel 2016 valeva il 42% del mercato globale delle elettriche (316.800 su 756.000 auto totali).

nuovo stabilimento GAC Motor


Credito foto di apertura: sito internazionale GAC Motor