A Ginevra Lexus presenta il nuovo UX 250h, crossover ibrido compatto

Dal gruppo Toyota due novità ibride basate sulla piattaforma TNGA si fanno largo al salone svizzero, e la nuova Auris raddoppia le opzioni con 1.8 e 2.0

Considerato gradimento e vendite del Toyota C-HR era probabilmente solo questione di tempo prima che anche per la marca premium Lexus arrivasse un modello di crossover compatto: quasi una risposta su misura per chi abita in centri storici poco amici dello spazio e ancora meno dei parcheggi.

Al salone di Ginevra che oggi ha aperto al pubblico, quel modello è regolarmente arrivato: l’UX, che a questa testata interessa perché prevede una versione ibrida convenzionale che sicuramente riscuoterà consenso, mentre non abbiamo ancora trovato menzione di un futuro ibrido plug-in.

Il suo gruppo propulsore abbina il motore benzina Dynamic Force due litri ad alta efficienza con un motore elettrico che combina le rispettive potenze per mettere su strada 131 kW (175 cavalli, una ventina di vecchi cavalli più del “cugino” Toyota).

Battezzata UX 250h, l’alternativa ibrida si abbina allo stesso due litri ed ha a bordo sotto i sedili posteriori una piccola batteria NiMH (idruro di metallo nickel) ed un motore elettrico sull’asse anteriore.

I clienti dell’UX 250h potranno anche optare per la trazione integrale, con la soluzione E-Four, che prevede un secondo motore elettrico in questo caso sull’asse posteriore. La gamma Lexus ormai prevede anche una versione con performance più sostanziose e anche per il piccolo crossover ci sarà la possibilità di sceglierla, quando esordirà in Europa.

L’UX 250h (e la versione convenzionale) sono le prime Lexus che siano state basate sulla Toyota’s New Global Architecture (TNGA). La stessa della nuova Auris, anch’essa presente a Ginevra. Questa compatta Toyota avrà addirittura due proposte ibride alternative.

La prima, sulla falsariga delle Prius et CH-R, con motore 1.8oo cc da 122 cavalli, mentre la seconda offre un nuovo 2.000 cc con 180 cavalli. La versione due litri potrebbe presto passare dalla Auris, adesso più lunga e più bassa del modello che l’ha preceduta, ad altri modelli Toyota.

Mentre ormai anche in Italia le vendite di ibride aumentano mese dopo mese, chi sta pensando alla nuova e più ricca di carattere Auris dovrà probabilmente attenderla fino a fine anno o forse a inizio 2019.

A Ginevra Lexus presenta il nuovo UX 250h, crossover ibrido compato
La nuova Auris raddoppia le opzioni con motori 1.8 e 2.0 abbinati alla versione ibrida convenzionale (credito foto: ufficio stampa Toyota Motor Corp.)

Credito foto di apertura: ufficio stampa Toyota Motor Corp.