Entro il 2025 nel gruppo PSA tutti i modelli saranno in grado di viaggiare silenziosi

L’amministratore delegato Carlos Tavares rivela che entro dieci anni saranno quaranta i modelli del gruppo francese che supereranno l’esame-elettrificazione

Carlos Tavares ha scelto di andare proprio al salone in cui trionfano i SUV ed i pick-up per annunciare che entro il 2025 il gruppo da lui diretto offrirà quaranta modelli elettrificati. Un annuncio che segue di nemmeno ventiquattro ore un altro analogo di Infiniti, brand del gruppo Nissan che arriverà già entro il 2021 ad elettrificare tutta la gamma, ovviamente più circoscritta di quella PSA.

Quaranta modelli elettrificati PSA, anche per il gruppo francese, come per tutti quelli che stanno seguendo la battistrada Volvo nel percorrere questa strada, non significa che non si troveranno più tubi di scarico montati in alcuni modelli della gamma.

Piuttosto significa che tutti i modelli in vendita offriranno alternative tra ibride, ibride plug-in o, infine, la propulsione elettrica al 100%. Ormai per ogni gruppo auto globale si tratta di un percorso scontato.

Meno scontato che PSA abbia deciso di tornare a vendere auto nel mercato americano, il che Tavares ha detto di voler entro i prossimi dieci anni. Nel frattempo il gruppo francese inizia un timido ambientamento passando attraverso l’ingresso di Free2Move, la divisione che si occupa di ride sharing e finanziamenti.

Pertanto Tavares, presente ad una conferenza tenuta a margine del salone, non si è perso l’opportunità di dire che PSA in America offrirà sempre più attivamente servizi di mobilità. Una soluzione per apprendere da capo il mercato e dare un feedback ai suoi progettisti.

Per costruire veicoli che siano in grado di avere una presenza efficace su quel mercato PSA ha deciso di prendere una scorciatoia mettendo all’opera un nutrito numero di ingegneri Opel con esperienza del mondo General Motors, più vicini al modo di operare americano.

L’amministratore delegato PSA ha lasciato capire che i modelli su cui lavoreranno saranno a marchio Opel, mentre non è ancora certo se il pubblico americano potrà comprare anche veicoli con marchi francesi sul cofano.


Credito foto di apertura: ufficio comunicazione Gruppo PSA