Look e motori rinnovati per Infiniti, che dal 2021 avrà tutta la gamma spinta da batterie

Il numero uno Nissan Hiroto Saikawa al salone di Detroit ha annunciato che dal 2021 in poi il marchio premium giapponese venderà solo Infiniti elettriche

Al salone di Detroit 2018 Infiniti presenta nuove ardite linee col suo concept Q Inspiration ed una tecnologia convenzionale avanzata: quella del motore VC-T montato sotto il cofano. Ma questo ormai non basta per rinviare a lungo l’inizio dell’eliminazione dei motori convenzionali dalla gamma del marchio premium.

Così il numero uno Nissan Hiroto Saikawa ha preso in contropiede gli addetti ai lavori spiegando che quello del VC-T, un motore turbo in grado di variare giudiziosamente il rapporto di compressione durante l’impiego tra 8:1 e 14:1, potrebbe essere il canto del cigno perché tutta la gamma Infiniti dal 2021 prevederà l’elettrificazione.

Sulle Infiniti ci saranno soluzioni che spazieranno da modelli nativi elettrici a ibridi seriali, una opzione che Nissan ha già iniziato ad implementare con immediato successo sui modelli Note e Serena attraverso la tecnologia e-Power. La batteria è incaricata di spingere sempre le ruote, ma sono piccoli motori termici che la tengono carica.

L’Alleanza sembra aver conquistato il primato globale di vendite nel 2017, oltre a quello nei modelli elettrici che finora ha contato sulla prima generazione Leaf e la Renault Zoe. Ora che il suo marchio premium promette di lanciare solo Infiniti elettriche, il ruolo del gruppo franco-giapponese acquisirà sempre più rilevanza nel mercato delle auto a zero emissioni.

Un campo in cui sembrava destinata da tempo a diventare protagonista quando nel 2012 proprio il suo LE concept era ritenuto un modello elettrico dal grande potenziale. Poi nel giunse l’accantonamento: dovuto alla crisi globale, ad un mercato del 100% elettrico ancora immaturo e all’inflessibile risanamento dei conti della divisione premium del gruppo giapponese.

Se il concept Q Inspiration visto al salone di Detroit come detto si affida al nuovo motore VC-T, questo non vuole affatto dire che sia slegato dalla generazione di vetture Infiniti che vedremo nella prossima decade.

Al periodico inglese Autocar il designer Karim Habib ha confidato che le sue proporzioni (e presumibilmente si riferiva in particolare a lunghezza e passo) sono già in sintonia con le esigenze di un futuro modello al 100% elettrico.


Credito foto di apertura: ufficio stampa Infiniti Italia