Dal 2018 le sedi della Caritas tedesca si affideranno a veicoli elettrici economici

Per fornire i suoi servizi di assistenza esterna e a domicilio l’associazione cattolica punterà sulle agili e spartane e.GO Life costruite ad Acquisgrana

La Germania ha reso popolari le catene di supermercati a prezzi super-convenienti, come Lidl o Aldi. Ora sembra stia provando a ripetere quella politica commerciale di successo coi veicoli elettrici. Forse si può sostenere che l’auto elettrica del 21° secolo sia stata “inventata” da Elon Musk: ma le sue Tesla da $100.000 dollari sono state fin dall’inizio per pochi amatori.

Invece oggi sempre più spesso scopriamo che c’è e si allarga un mercato per i veicoli elettrici a prezzi ragionevoli: ce lo conferma quello che vediamo oltre il Brennero. Dopo il gruppo postale Deutsche Post adesso è anche la Caritas della Germania a decidere che per i suoi usi prevalenti un veicolo piccolo, semplice e conveniente prodotto ad Acquisgrana è perfetto: la e.GO Life, nel caso dell’associazione cattolica.

Per prestare assistenza a pazienti, malati o anziani le sedi locali della Caritas tedesca inizieranno a servirsi di questo modello a partire dall’autunno 2018, mentre la produzione inizierà a primavera. L’idea di associare i servizi della Caritas ad un modello elettrico è nato dalla sede di Acquisgrana dell’associazione, che si sono rivolti a tecnici della RTWH, il locale politecnico, per scoprire se era possibile far viaggiare il personale ed i volontari su mezzi a zero emissioni senza pagare lo scotto degli elevati (per ora) costi della tecnologia delle batterie.

La Caritas tedesca ha trovato nel professor Günter Schuh e nella sua e.GO Mobile l’interlocutore giusto. Si tratta del dinamico docente del RTWH che già stava dietro allo sviluppo di quello Streetscooter che tanto successo ha avuto come veicolo elettrico ed economico per i servizi di consegne della posta tedesca (al punto che anche Ford si starebbe interessando al mezzo di Deutsche Post per la sua divisione dei veicoli commerciali).

Lo spin-off nato dall’università di Acquisgrana ha continuato ad accumulare progetti: è partita per sviluppare uno shuttle da città elettrico ed autonomo (in collaborazione con ZF) e come detto con la piccola ed economica e.GO Life. È disponibile in tre varianti di prestazioni, con batterie da 20, 40 e 60 kW. Dalla versione base da 20 kW i clienti possono aspettarsi una autonomia fino a 104 km e costare 15.900 euro (esclusa detrazione del bonus ambientale federale).

A questi prezzi la e.Go Life diventa un prodotto molto interessante per le circa 50 sedi regionali e locali della Caritas tedesca, che hanno deciso di sostituire gradualmente le circa 3.000 vetture oggi utilizzate per i servizi esterni e a domicilio. Per le sedi della Caritas, le cui infermiere, medici, volontari raramente viaggiano più di 80 chilometri al giorno, l’autonomia della vettura prodotta ad Acquisgrana non è un problema, e la ricarica veloce altrettanto.

L’azienda tedesca sta realizzando la versione che sarà consegnata alla Caritas dopo aver recepito alcune istanze del cliente: dalla possibilità di ospitare comodamente persone di tutte le taglie alla necessità di trasportare materiali utili per i servizi esterni, inclusi prodotti disinfettanti ed acqua minerale.


Credito foto di apertura: ufficio stampa e.GO Mobile AG.