Volvo colloca l’ibrido ricaricabile al top della gamma…

Sul nuovo XC60 presentato a Ginevra la propulsione elettrica fa bella figura, ma la fanno da padrone i motori convenzionali

C’era molta attesa a Ginevra per la presentazione del nuovo XC60: per Volvo Cars non si tratta di un modello come un altro. Si tratta di sostituire l’XC60 di prima generazione. Un modello che in nove anni di onorata carriera è riuscito a trasformarsi nel SUV di lusso di taglia media più venduto in Europa, con un totale di quasi un milione di esemplari consegnati a livello globale. Questa vettura nelle varie versioni costituisce circa il 30% del fatturato globale complessivo della marca svedese.

La nuova generazione del SUV Volvo, che andrà in linea di montaggio il mese prossimo, monta il pluri-premiato propulsore benzina ibrido ricaricabile: il T8 Twin Engine. L’unità che fa scintille insomma si colloca proprio in cima alla gamma delle motorizzazioni con i suoi 407 CV di potenza e un’accelerazione da 0 a 100 Km in soli 5,3 secondi. Quasi una consolazione, in qualità, per quello che manca come quantità.

I motori convenzionali, nonostante il 2019 in cui la prima Volvo a batteria debutterà sia alle porte, la fanno ancora da padrone. Lo ha confermato Henrik Green, il senior vice president Prodotto & Qualità presso Volvo Car Group: “la gamma di motorizzazioni è ampia: la nuova XC60 verrà lanciata con le unità diesel D4 da 190 CV e D5 con tecnologia PowerPulse in grado di sviluppare 235 CV di potenza. Abbiamo inoltre il motore benzina T5 da 254 CV e il T6 che, con turbo e sovralimentatore, arriva a erogare 320 CV di potenza e 400 Nm di coppia motrice”.

La nuova tecnologia insomma non manca nella gamma del nuovo XC60, ma nella maggior parte dei casi bisogna scordarsi di trovarla nei motori. Piuttosto nella sicurezza, sì, come da tradizione, con lo Steer Assist aggiunto al sistema City Safety system. La versione che i clienti scopriranno ha una funzionalità che riduce il rischio di collisioni per cambio di corsia, appoggiandosi al Blind Spot Indication System (BLIS).

Il Pilot Assist, l’avanzato sistema semi-autonomo di assistenza alla guida di Volvo che è in grado di gestire lo sterzo e la frenata fino a una velocità di 130 km/h su strade dotate di segnaletica ben definita, è disponibile su richiesta sul nuovo XC60.

ll nuovo sistema di climatizzazione quadri-zona CleanZone elimina gli agenti inquinanti dannosi e le particelle provenienti dall’esterno per convogliare nell’abitacolo solo aria pulita a livelli scandinavi. Il sistema di infotainment, integrato con CarPlay ed Android Auto, è provvisto dei servizi connessi di Volvo Cars, Sensus, e la app Volvo On Call sono stati oggetto di un’ottimizzazione grafica per renderne più agevole l’utilizzo.

The new Volvo XC60 - T8 powertrain
The new Volvo XC60 – T8 powertrain

Credito foto di apertura: ufficio stampa Volvo Cars Italia