La Honda vuole continuare a fare scintille in Europa

Entro il 2025 la casa giapponese punta a due terzi delle proprie vendite dovute ad auto ibride, a batteria o fuel cell

La densa nota Honda che ha accompagnato la presenza al salone dell’auto di Ginevra contiene anche un impegno: quello di un futuro elettrico. Entro il 2025 il piano industriale della marca giapponese prevede che due terzi delle vendite in Europa siano dovute a veicoli ibridi, ibridi ricaricabili, auto elettriche a batteria e fuel cell.

Nel suo intervento allo stand ginevrino il presidente e chief operating officer di Honda Motor Europe Katsushi Inoue ha dichiarato: “Sfrutteremo le nostre risorse in ricerca e sviluppo su scala mondiale per accelerare l’introduzione di un’intera gamma di propulsori elettrici avanzati da offrire ai clienti europei”.

L’Europa, dove Honda è cresciuta nel complesso del 20,8% nelle vendite 2016 rispetto ad una media europea del 6,8%, sarà quindi tra i perni essenziali della strategia mondiale del marchio sui veicoli elettrici. L’attenzione di Honda alla mobilità elettrica in Europa sarà inizialmente caratterizzata dalla tecnologia ibrida, presente in modo trasversale sull’intera gamma auto. Il primo nuovo modello ibrido, che sfoggerà il sistema ibrido a due motori Honda, sarà in vendita nel 2018, cui seguiranno ibride plug-in, elettriche a batteria e vetture a celle a combustibile alimentate a idrogeno.

A Ginevra Honda a mostrato per la prima volta in Europa la concept car NeuV (New Electric Urban Vehicle), che ha debuttato in America al CES di Las Vegas. Tra i veicoli elettrici presenti allo stand aveva un ruolo di primo piano la Clarity Fuel Cell, le cui prime unità sono arrivate in Europa alla fine dello scorso anno e che danno sostanza all’impegno Honda nell’ambito dell’iniziativa europea HyFIVE. Il progetto Hydrogen For Innovative Vehicles, rafforza il costante impegno profuso da Honda a favore della diffusione di veicoli a celle a combustibile e della creazione di un’infrastruttura di rifornimento a idrogeno sostenibile in tutto il continente.

Con My Honda infine la casa giapponese ha sottolineato il servizio che l’app offre ai clienti come assistente digitale, in un quadro in cui la connessione in auto e fuori acquista sempre più rilevanza. Il dispositivo “My Honda” si installa nell’unità di controllo della vettura e offre una gamma completa di funzioni per la sicurezza e la cura del veicolo (inclusi i contatti tra clienti e rete di concessionarie), rendendo il tutto accessibile da una app per smartphone iOS o Android.


Credito foto di apertura: ufficio stampa Honda Italia