In azione nei campi, verdi fuori e verdi dentro

La batteria del trattore silenzioso John Deere SESAM avrà la capacità di quelle di cinque Nissan Leaf

Uno dei più grandi produttori mondiali di trattori e materiali per il settore agroalimentare, John Deere, ha annunciato che svelerà il primo trattore elettrico a inizio 2017 al salone specializzato di Parigi. Il progetto si chiama Sustainable Energy Supply for Agricultural Machinery, in breve SESAM, e con l’annuncio è già arrivato il primo video su YouTube.

Il sito americano Jalopnik ha messo insieme le informazioni della nota stampa con dichiarazioni di chi ha collaborato al progetto per riassumere alcune informazioni essenziali. Avrà due motori elettrici spinti da un pacco batterie enorme (che si vede anche nel video) da 150kWh. In America fanno notare che un batteria è più potente della più potente Tesla. Potremmo anche dire che una batteria equivale a quella di cinque Nissan Leaf attuali.

L’autonomia è di 34 miglia (55km) con un tempo di ricarica di tre ore. Sembrano dati poco impressionanti, ma solo se non si riesce a staccarsi dal modo di ragionare di un automobilista o di un pendolare per mettersi invece nei panni di un agricoltore, per il quale sono molto meno irragionevoli.

La versione elettrica nasce sulla base del tipo 6R che viene prodotto in Germania a Mannheim, la sede più grande fuori dagli U.S.A. della marca americana: una fabbrica nota per produrre un trattore ogni tre minuti. I trattori elettrici saranno certo prodotti ad una cadenza molto meno incalzante, almeno inizialmente.

Ma l’interesse di John Deere per l’elettrificazione, che si aggiunge a quello delle rivale indiana Mahindra (che produce già bici e scooter elettrici), fa però pensare che il SESAM che sarà visibile a Parigi faccia solo parte della prima ondata di una gamma a batteria con cui dovranno misurarsi tutti i concorrenti: da CNH a Ford.


Credito foto di apertura: John Deere France media website