I pit-stop da Formula 1 degli autobus di Ginevra

Tecnologia green svizzera per una città green svizzera: Ginevra. Una dozzina di autobus elettrici si aggiungono al parco di mezzi di trasporto pubblici della città sulle rive del Lago Lemano grazie a un contratto da $16 milioni ottenuto dalla ABB. I mezzi potranno sfruttare una nuova, rapidissima, struttura di ricarica che permetterà agli autobus costruiti dall’elvetica HESS e in servizio presso la TPG (Transports Publics Genevois) di fare il pieno di elettricità in appena 15″, secondo le modalità che vedete nell’animazione qui sotto, fornita dalla ABB stessa.


In attività su una linea che collega l’aeroporto all’area di Praille-Acacias-Vernet, serviranno circa 10.000 passeggeri al giorno con soste a 13 stazioni di ricarica rapida che li riforniranno tra una fermata e l’altra grazie ad impianti capaci di gestire 600 kW (circa cinque volte più di quello che i Supercharger più veloci di Tesla offrono ai loro clienti), ai capolinea gli autobus sono riforniti durante le soste più lunghe per circa cinque minuti. La svizzera ABB è al lavoro da diversi anni su questi impianti di ricarica sospesi per autobus, ed ha anche presentato sistemi realizzati dalla filiale italiana di Terranuova Bracciolini, in Toscana, che vedete nella foto in basso, la cui potenza massima arriva però a 450 kW contro i 600 kW degli impianti super-veloci dispiegati a Ginevra.

Fast+charging+robot
Il collegamento a pantografo prodotto da ABB in Italia (credito foto: ABB media website)

Credito foto di apertura: ABB media website