Al via i test delle nuove batterie Toshiba a ricarica wireless via risonanza magnetica

La Toshiba ha sviluppato un impianto di ricarica wireless senza contatto per veicoli elettrici, e da oggi fino a dicembre si appresta a testarlo su un autobus elettrico di medie dimensioni progettato per gestire le richieste di potenza necessarie per regolari viaggi autostradali ad alta velocità. Il bus da 45 posti è alimentato da una batteria a ioni di litio SCIB™ ad alto rendimento realizzata da Toshiba, e si appresta a viaggiare con cadenza regolare tra le varie strutture della Nippon Airways Co. Ltd. a Tonomachi (nell’area di Kawasaki) e l’aeroporto di Haneda a Tokyo. Gli 11 km di viaggio metteranno alla prova il bus e le sue prestazioni in varie condizioni di traffico, e permetteranno a Toshiba di verificare la convenienza e la praticità della ricarica wireless, contribuendo da subito alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica.

Il carica-batterie senza contatti, progettato in collaborazione con il professor Yushi Kamiya della facoltà di scienze e ingegneria presso l’Università Waseda, sostituisce la convenzionale induzione elettromagnetica con un innovativo e promettente sistema a risonanza magnetica installato in piastre che al momento della carica stanno nell’asfalto, sotto il bus. Il sistema è facile da usare; la ricarica inizia quando il conducente preme un pulsante sul cruscotto del bus, e l’assenza di cavi scongiura ogni rischio di scossa elettrica.

La ricarica che si serve dell’induzione elettromagnetica richiede un preciso allineamento con la batteria, e che una distanza molto piccola separi piastra di trasmissione dal dispositivo di ricezione. La risonanza magnetica è molto meno esigente: la piastra di ricarica del sistema di Toshiba e la batteria SCiB™ possono essere disallineati fino a 20 centimetri in larghezza e 10 centimetri in lunghezza ed essere distanti fino a 10 centimetri. I test hanno verificato che il livello emissioni radio del sistema è conforme alle normative limite e non interferiscono con i segnali radio di attrezzature nelle vicinanze.

EVbus1
Il bus da 45 posti che farà da shuttle per la Nippon Airways nella zona di Tokyo provando il nuovo sistema di batterie con carica a risonanza magnetica. (Photo source: Toshiba media website).

La batteria SCiB™ del tipo installato nel bus elettrico del test è robusta, affidabile ed ha una lunga vita, dato che non mostra pressoché alcun degrado in termini di prestazioni anche dopo 15.000 cicli di carica e scarica veloci. È particolarmente adatta per l’utilizzo su autobus navetta che operino in luoghi come i siti turistici e negli aeroporti, che devono combinare l’uso intensivo con ricariche frequenti e veloci. Ci vogliono solo circa 15 minuti per caricare SCIB™ ad un livello necessario per il bus EV per completare un percorso tra i siti di prova.

La batteria fornisce anche ad alta potenza che, combinato con miglioramento delle prestazioni dei componenti del motore permette il bus di raggiungere una velocità massima superiore a quella necessaria per un funzionamento sicuro in autostrada.

Commentando il progetto, il professor Kamiya ha detto: “Penso che abbiamo messo a punto un sistema di alta qualità, combinando il nuovo, comodo caricatore senza contatti a batterie ad alta potenza SCIB™ adatte alla ricarica frequente. Sono attentissimo all’esito del test sul campo, in quanto sarà la prima volta in cui un autobus ricaricato in questo modo opera in autostrada. Sono fiducioso che i risultati saranno un contributo utile al successo degli autobus elettrici”.

Lo sviluppo di questo sistema è stato sostenuto dal ministero dell’ambiente giapponese nell’ambito del proprio programma 2014 di Ricerca e Sviluppo a basse emissioni di carbonio. Un altro test dal vivo che schiera un mini-bus elettrico ed incorpora una tecnologia di ricarica analoga è iniziato nel febbraio di quest’anno e durerà fino a dicembre. Toshiba continuerà la ricerca e lo sviluppo di ricarica senza contatto e altre tecnologie avanzate che contribuiscono a ridurre il peso sull’ambiente, e lavorare per migliorare la qualità del trasporto urbano, fornendo batterie SCIB™ per i vari sistemi di trasporto.