Nissan investe mezzo miliardo di dollari sulle elettriche in Mississippi

Due nuovi modelli al 100% elettrici dal 2025 usciranno dalle linee di montaggio dello stato americano: mossa che fa parte del piano Nissan Ambition 2030 svelato l’anno scorso

Nissan ha saputo fare da battistrada nella produzione di modelli elettrici con la sua Leaf, ma negli Stati Uniti l’antesignana giapponese di una gamma a zero emissioni non è mai stata una alternativa a Tesla. Adesso che dopo la casa di Elon Musk, anche gli altri costruttori generalisti a cominciare da Ford e GM hanno avviato una offensiva di mercato basata su modelli elettrici, in particolare coi pickup che gli americani prediligono, anche la casa dell’Alleanza franco-giapponese vuole rilanciare.

Così il Canton Vehicle Assembly Plant che sorge nell’omonima città nello stato del Mississippi, verrà trasformato nel centro americano per la produzione di veicoli elettrici coi marchi Nissan e Infiniti negli Stati Uniti. La casa nipponica investirà mezzo miliardo di dollari in Nissan Canton per supportare la produzione di due nuovi modelli al 100% elettrici la cui linea di montaggio si metterà in movimento nel 2025.

La mossa rientra nelle iniziative per sostenere la strategia globale Nissan Ambition 2030 svelata a novembre 2021, che prevede di inserire nella gamma 23 modelli elettrificati coi marchi Nissan ed Infiniti sui mercati globali (inclusi 15 veicoli elettrici puri) entro l’anno richiamato dal nome del business plan.

Nissan si prefissata un obiettivo di diventare carbon neutral nelle operazioni globali inclusi i cicli di vita completi della produzione entro la metà del secolo, non lesinando su innovazione e tecnologia di elettrificazione nei processi produttivi.

All’interno di questa pianificazione, Nissan punterà ad una quota del 40% di elettriche pure sulle vendite totali negli Stati Uniti per l’anno 2030, con altri modelli invece parzialmente elettrificati. Per equipaggiare le une e le altre il gruppo è inoltre alla ricerca di un sito in cui realizzare le batterie che dovranno spingere in futuro le sue auto e SUV plug-in, sebbene su questo aspetto la nota ufficiale abbia sorvolato.

La fabbrica del Mississippi nel 2023 arriverà al ventesimo anno di attività: oggi ha un organico di circa 5.000 persone che hanno contribuito a costruire quasi 5 milioni di Nissan dall’anno di apertura in poi. Oggi costruisce quattro modelli a marchio Nissan: Altima, Frontier, Titan e Titan XD. Il mezzo miliardo di investimenti porterà a $4 miliardi il totale finora investito in questo polo produttivo della Sun Belt americana.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Nissan USA