500 elettrica sarà la “zecca” della moneta virtuale di Kiri

Stellantis premia i clienti di 500 elettrica con un sistema di remunerazione dei comportamenti di guida più sostenibili assegnando ai guidatori di 13 paesi europei KiriCoin: moneta virtuale spendibile in settori al 100% green

Interessante come sempre il Caffé Elettrico, l’appuntamento online di E-Mob, che stamattina aveva invitato Giorgio Neri, commercial launch manager della nuova 500 e Fiat E-Mobility manager, e Gabriele Catacchio, E-Mobility Program Manager per mettere a fuoco i dettagli di un programma che premierà i comportamenti sostenibili di chi guida la nuova Fiat 500 elettrica, per cominciare ma non si limiterà all’auto elettrica più venduta in Italia.

Un’idea ed interventi che hanno entusiasmato per la sempre maggior attenzione di Stellantis Italia verso la sostenibilità Camillo Piazza, fondatore di Class Onlus e anima della manifestazione sulla mobilità elettrica milanese. Una iniziativa che secondo Piazza aiuterà a capire che passando all’elettrico, ha detto “cambiare la macchina vuol dire anche cambiare la mentalità”.

Stellantis ha puntato ad essere il primo costruttore auto che premia a 360° i propri clienti attraverso un sistema di remunerazione dei comportamenti di guida più attenti all’ambiente. A 360° perché il servizio e l’iniziativa non si limiterà specificamente all’auto o alla guida e per arrivare a questo obiettivo a Torino hanno attivamente fatto scouting di idee, arrivando al progetto sviluppato in esclusiva dalla startup green-tech Kiri Technologies con la divisione E-Mobility di Stellantis.

Kiri è una startup nata nel Regno Unito nel 2020 ma con una quota rilevante di talento italiano (i fondatori sono Mauro Di Benedetto, Luca Rubino e Kai Schildhauer) e che si è data la missione di accelerare l’adozione di comportamenti sostenibili. Col motto “Think Big. Act Green”, Kiri punta a stimolare il cambiamento e accelerare l’adozione di comportamenti attenti all’ambiente.

Per Kiri ogni piccola azione, ogni piccolo gesto è importante: così il nuovo sistema premierà i guidatori della 500 elettrica in 13 Paesi europei (il mese scorso venduta in più esemplari in Francia che in Italia!) assegnando loro KiriCoin, una moneta virtuale spendibile in un marketplace dedicato. L’approccio green viene valorizzato in modo concreto: più ci si comporta in modo sostenibile, più si guadagna.

“È l’idea stessa di creare una moneta digitale verde che abbiamo trovato interessante”, ha precisato Neri, che si è poi soffermato a spiegare come il creare sistemi e software che misurino la sostenibilità non sia una novità per la casa italiana. “Per noi non è nuovo studiare come misurare lo stile di guida: già nel 2008 avevamo sviluppato eco-drive, un software che misurava un indice della qualità ecologica della guida in cui l’algoritmo conteneva numerosi parametri di guida. Queste analisi ci sono venute utili ora che passiamo dalla sola misurazione al reward della guida sostenibile. Il comportamento sostenibile è un dato di fatto che si deve legare a dei vantaggi per il cliente”.

Vantaggi anche di facile fruibilità, come ci ha tenuto a sottolineare Catacchio: “abbiamo cercato di fare qualcosa che fosse semplice. Nell’app Fiat che permette di controllare da remoto molti parametri della vettura, abbiamo pensato di integrare tutto realizzando una sezione speciale del menu che porta a un marketplace green. Lì il cliente troverà ad esempio dei voucher sconto da spendere presso vari partner Kiri, anche del settore retail ma sempre a tema. Ad esempio per acquistare prodotti bio presso partner come Carrefour. Se l’utente è uno dei migliori a livello paese si può anche salire di livello con altri marchi qualiAmazon, Apple, Netflix, Spotify Premium e Zalando”.

Si tratta anche di una apertura alla clientela del futuro, agli studenti ad esempio che sono molti attenti non solo all’uso dello smartphone ma anche alla gamification, in cui rientra a pieno titolo l’idea di Stellantis e Kiri per i clienti dell 500 elettriche. La nota stampa sull’iniziativa ha fornito anche esempi del meccanismo: nel traffico urbano, con uno stile di guida normale, un chilometro equivarrà in pratica a un KiriCoin e ogni KiriCoin a 2 centesimi di euro.

Ciò significa che, con una percorrenza di 10.000 chilometri l’anno in ambito urbano, sarà possibile totalizzare l’equivalente di circa €150, un valore pratico che si aggiungerà al valore di sostenibilità derivante dal guidare un mezzo a zero emissioni locali. Più chilometri fai e più vieni premiato, ma più che la velocità della percorrenza sono premiati la costanza della velocità, i cambi di ritmo, e la rigenerazione di energia.

Neri ha infine lasciato capire la possibilità di un futuro interessante sviluppo: se la prima applicazione del KiriCoin riguarderà la grande novità Fiat elettrica al 100%, in seguito potrebbero trovare applicazione anche formule di rewarding riguardanti il settore delle ibride plug-in, nel quale Stellantis sia coi marchi italiani che con quelli francesi ha un successo di mercato crescente.

Il che potrebbe voler dire che anche la clientela sarà incoraggiata a utilizzare il più spesso possibile la modalità solo elettrica consentita dall’autonomia dei veicoli, attendendosi formule di ricompensa per la guida virtuosa, specie in ambito urbano. I benefici sembra andranno oltre l’erogazione di forniture di elettricità gratuita, che finora sono state la soluzione preferita da gruppi come Volvo Cars e BMW.

FCA insieme alla città di Torino è già partner nel Turin Geofencing Lab, un progetto che conduce test con Jeep Renegade ibride plug-in che passano automaticamente in propulsione elettrica all’interno della ZTL. I nuovi sistemi di misurazione dell’attività di guida sostenibile potranno integrarsi positivamente nella promozione della guida elettrificata sui veicoli del segmento ibrido ricaricabile.

Credito immagine di apertura: ufficio stampa Stellantis Italia