IX3: il SUV elettrico che darà la carica a BMW

BMW svela il suo primo SUV elettrico al 100%: IX3 è il fratello silenzioso di X3 e rivendica quasi 500 chilometri di autonomia, una potenza di 286 cavalli e 400 Nm di coppia

Circa due anni sono passati dal Salone Auto di Pechino in cui BMW aveva tolto il velo al concept IX3, un modello fondamentale perché il primo elettrico puro dai tempi del lancio della compatta I3 e soprattutto un modello al 100% elettrico in un settore come quello dei SUV ancora in relativa buona salute malgrado i contraccolpi globali della pandemia.

Il gruppo BMW porterà 25 modelli con la presa sulle strade entro il 2023 e oltre metà saranno elettrici. Ma considerato che nella prima metà del 2020 le vendite globali della marca BMW sono calate di oltre il 21% e le vendite di modelli elettrificati, tra cui molte ibride ricaricabili, sono cresciute del 3,4% un modello nuovo in grado di attirare l’attenzione in un settore meno colpito dalla crisi è una importante carta da giocare.

Il primo modello del marchio premium tedesco ad essere prodotto anche per l’esportazione nello stabilimento di Shenyang in Cina, deve da un lato aprire la strada alle ambiziose I4 e INext, più originali e coraggiose rispetto a questo SUV elettrico.

Dall’altro lato IX3 si pone come un modello dall’aria riconoscibile e familiare in un settore in cui la concorrenza sarà forte, a cominciare dallo scomodo concorrente SUV Model Y, le cui consegne sono da pochi mesi iniziate negli Stati Uniti e a cui Tesla a sorpresa ha già abbassato il prezzo, avvicinandolo a quello di Model 3.

Ma contro un rivale del genere i marchi premium tedeschi hanno più carte da giocare di quello che i fanboy di Elon Musk sospetterebbero, come dimostra almeno in Europa il gradimento di un modello come il SUV Audi E-tron, che sta precedendo nel gradimento della clientela il rivale Tesla Model X.

Come l’E-tron anche BMW con l’IX3 debutta partendo da una piattaforma flessibile e pochi scatti di fantasia, con un’immagine familiare rispetto all’X3 convenzionale che dovrebbe aiutare ad attirare gli estimatori della casa di Monaco verso un modello che rispetto a quelli precedenti dell’elica è peraltro il primo SUV al 100% elettrico, non un metro di misura irrilevante.

IX3 non si può definire una grande sorpresa in termini di estetica e l’apparizione del concept a Pechino aveva già fatto capire che, malgrado il reparto design abbia spesso fatto discutere nel recente passato, la casa bavarese non avrebbe rischiato passi falsi per far accettare un modello in cui già la propulsione silenziosa sarà qualcosa di nuovo per la maggior parte della clientela.

IX3 ha conservato quindi molto dello studio e le differenze sono davvero minime, riguardanti solo alcuni dettagli discreti, come è in particolare il caso della griglia contornata da una cromatura e nella quale ciascuno dei due kidney è separato, contrariamente al concetto.

Se il SUV elettrico è fortemente ispirato alla X3 a dargli peculiarità tutte sue contribuiscono particolari che talora sono anche funzionali: come i cerchi aerodinamici da 19″ che riducono la resistenza di circa il 5% (per un coefficiente di 0,29) e sono quindi amici dell’autonomia della batteria.

Il debutto di BMW IconicSounds Electric è mirato ad arricchire l’esperienza di guida elettrica, conferendole ulteriore profondità emotiva. Un potente e inconfondibile suono di azionamento è disponibile con la linea di equipaggiamento “Impressive”. Sviluppato in collaborazione con Hans Zimmer, autore noto per le sue colonne sonore tra cui quelle dei film Inception e Interstellar, accompagna l’avvio e la disattivazione del sistema di azionamento elettrico.

Spinta dal powertrain eDrive di quinta generazione prodotto nel rinnovato impianto di Dingolfing e montato posteriormente, la nuova IX3 sviluppa 286 cavalli (210 kW), per una coppia massima di 400 Nm disponibile istantaneamente, consentendo al SUV di eseguire l’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi. La velocità massima è limitata elettronicamente a 180 km/h.

Con una batteria da 80 kWh, di cui 74 kWh netti, il nuovo arrivato nella gamma può percorrere 459 chilometri con una singola carica in base al ciclo WLTP. Bastano 30 minuti per ricaricare le celle della batteria all’80% con una presa rapida DC da 150 kW.

Si noti che è possibile ottimizzare l’autonomia sfruttando il recupero di energia in frenata e utilizzando il GPS per arrivare a destinazione. Ciò consente all’auto di anticipare meglio il percorso, indicando i punti di ricarica disponibili sulla strada, se necessario.

Al contrario dei comuni mortali i proprietari IX3 potranno usufruire di tariffe preferenziali per la ricarica alle colonnine autostradali Ionity: ridotte di quasi la metà al chilowattora. Per rendere il suo utilizzo ancora più semplice, il SUV elettrico viene fornito di serie con BMW Charging Card che consente l’accesso a oltre 450.000 stazioni di ricarica in tutto il mondo.

L’interno della nuova BMW IX3 è prevedibilmente spazioso, così come il bagagliaio, con un volume che varia tra 510 e 1.560 litri quando il sedile è ripiegato. Ma non è tutto, perché la dotazione include anche sistema di guida semi-autonomo, i sedili elettrici o persino il ricevitore digitale e la navigazione GPS. I prezzi e la data di lancio non sono ancora stati rivelati ufficialmente, ma ci si aspetta di vedere il neonato SUV elettrico costruito dalla joint venture BMW Brilliance sulle strade entro la fine dell’anno.

Le specifiche standard (versione IX3 Inspiring) comprendono inserti verniciati di blu (il colore della sostenibilità in Cina e Asia) fari a LED, climatizzatore automatico a tre zone con preriscaldamento e pre-condizionamento, funzionamento automatico del portellone posteriore, tetto apribile panoramico in vetro, Driving Assistant Professional e illuminazione ambientale. (credito foto: ufficio stampa BMW Group)
Credito foto di apertura: ufficio stampa BMW Group