A quota 5000 per Tesla adesso c’è molto, molto più ossigeno

Già rinviato di sei mesi, l’obiettivo di 5.000 Model 3 prodotte in una settimana era qualcosa che Elon Musk non voleva mancare, quale che fosse il costo

Non c’è quasi capitolo della Tesla-story che non abbia i segni distintivi di una pagina di una sceneggiatura molto gradita dal pubblico. Con queste premesse, la sola certezza che abbiamo è che non sarà in questi giorni che verrà scritta la parola fine alla “guerra” tra fan e miscredenti del culto della casa californiana.

Certo, chi pensava che l’obiettivo produttivo di quota 5000 per Tesla fosse irraggiungibile ora deve mandare giù il boccone amaro. Musk ha battuto le aspettative anche riguardo alla produzione di Model 3 nel trimestre: 28.578 Model 3 prodotte, contro la previsione media di 26.121.

Ma nemmeno per chi crede che la strada per Tesla sia ora tutta in discesa l’avvenire è in effetti poi così sgombro di ostacoli: non tanto perché dopo il picco della quota 5.000 per Tesla (un livello definito da Musk cruciale per generare cash e stabilizzare i profitti) debba esserci nell’immediato un piccolo ridimensionamento. Come suggerisce perfino electrek.co, la fonte ufficiosa dell’ortodossia di Palo Alto.

Il traguardo di 5.000 Model 3 prodotte nell’ultima settimana di giugno è stato quasi certamente ottenuto costi quello che costi, ovvero con ricadute non di dettaglio su quei conti che sono il punto debole della marca americana. E tuttavia, comunque la si pensi, vale la pena di rileggere i momenti cruciali di questa corsa sfrenata intrapresa nell’ormai famosissimo stabilimento di Fremont, riportate, come in una timeline di Twitter, dal più recente al meno recente.

— “Dimostrare che questi tassi produttivi possano essere mantenuti sarà la chiave per giustificare una capitalizzazione di mercato che è di nuovo balzata oltre quella di General Motors Co. ed ha reso Tesla la casa auto americana di maggior valore. Lo scetticismo che rimane ha contribuito al declino delle azioni fino al 3,2% alle 12:25 a New York, ribaltando una crescita che era arrivata al 6,4%  poco dopo l’inizio delle normali contrattazioni“. 2 luglio: Dana Hull, John Lippert (Bloomberg) “Tesla Model 3 Production Feat Falls Short of Defeating Doubters“.

— “La marca di auto elettriche Tesla ha tenuto fede alla promessa del suo amministratore delegato di costruire una vettura di fascia più abbordabile al ritmo di 5.000 pezzi alla settimana entro fine giugno. Il CEO Elon Musk ha inviato una e-mail ai dipendenti domenica lodandoli per aver prodotto 5.000 Model 3, un’auto compatta che è stata progettata per trasformare Tesla da costruttore di nicchia a casa auto mainstream”. 2 luglio, Tom Krisher (Detroit Free Press/AP): Elon Musk: Tesla hit weekly goal of making 5,000 Model 3s

— “Non solo dietro ai cancelli della nostra fabbrica abbiamo oltre 5.000 Model 3, ma abbiamo anche raggiunto il target di produzione combinato di S ed X per un totale di 7.000 veicoli a settimana! Quel che più conta, coi guadagni di produttività che riguardano tutta Tesla e le nuove linee di produzione che entrano in gioco, avremo il ritmo per raggiungere 6.000 Model 3 alla settimana il mese prossimo. Credo che siamo appena diventati una vera casa auto…“. 1 luglio: Elon Musk (e-mail ai dipendenti citata da Bloomberg“Here’s What Elon Musk Wrote to Tesla Employees After Hitting Model 3 Goal”.

Come abbiamo precedentemente riportato, Tesla ha storicamente raggiunto un tasso di produzione più alto negli ultimi giorni di un trimestre ed estrapolato il rateo di produzione di una intera settimana al fine di mettere in evidenza un numero più alto. La casa automobilistica non è sempre stata in grado di mantenere il tasso di produzione a valle di quei picchi di fine trimestre“. 1 luglio: Fred Lambert (electrek.co) “Tesla seems to have achieved Model 3 production rate of 5,000 units as employees celebrate“.

— “Wall Street ha anche fatto le sue puntate sulle cifre del trimestre di Tesla. La media di otto analisti sentiti da Bloomberg indica per il secondo trimestre consegne di 26.121 vetture Model 3. Tre analisti hanno anche fornito stime sulla produzione, con una media di 30.167 veicoli“. 30 giugno: (Fortune) “Tesla’s Mad Scramble to Meet Production Deadline Is Coming to an End“.

— “Notizie di problemi nella produzione non sono una novità. All’inizio di giugno, Linette Lopez di Business Insider ha riferito che Tesla ha costruito circa 30.000 Model 3 dall’inizio dell’anno. Le sue cifre erano state confermate da due dipendenti Tesla. Quei numeri si traducono in circa 1.200 alla settimana nel periodo di tempo di 25 settimane, sebbene quel tasso sia andato aumentando”. 29 giugno: Graham Rapier (Business Insider): Tesla is sliding after report suggests Model 3 production will miss Elon Musk’s target

“La società sta utilizzando due turni di dodici ore al giorno ogni giorno di questa settimana sulla Model 3, hanno riferito i due operai che hanno fornito le cifre della produzione. Se la casa produce 300 vetture Model 3 durante tutti e 14 i turni, produrrebbe 4.200 auto in una settimana”. 28 giugno, Salvador Rodriguez (Reuters): Tesla lagging on Model 3 production, workers say

— “Con solo pochi giorni rimasti nel secondo trimestre, Tesla sta correndo per raggiungere l’obiettivo di produzione di 5.000 Model 3 alla settimana nel suo unico impianto a Fremont (California). Il “contatore di Model 3” di Bloomberg suggerisce che l’azienda sia al di sotto di tale obiettivo, stimando un tasso di produzione settimanale di circa 3.400 berline“. 28 giugno: Dana Hull (Bloomberg): “Tesla Invites Model 3 Reservation Holders to Configure Their Cars—For $2,500″– 

— “Un aumento della produzione delle vetture Model 3 di Tesla, seguito ad iniziali ritardi, si è tradotto in occasionali penurie nell’approvvigionamento di celle per batterie, ha detto un manager Panasonic Corp. giovedì, un indizio che Tesla stia andando a tutto vapore nel centrare la sua previsione di produzione di fine giugno”. 28 giugno: (Reuters): Panasonic flags battery cell shortages as Tesla Model 3 output picks up


Credito foto di apertura: press kit Tesla