BP aumenta la sua presenza nelle tecnologie “verdi” diventando partner NIO

La startup NIO, che ha da poco presentato il SUV elettrico ES8, convince BP a lavorare sulle opportunità offerte dall’innovazione in Cina e non solo

Il colosso dell’energia BP ha annunciato che il suo fondo di investimento ha dato il via ad una partnership di lungo periodo con NIO Capital, il fondo che fa capo all’omonima startup cinese dell’auto elettrica.

Insieme BP e NIO si occuperanno di nuove opportunità di investimenti relativi ai settori dei veicoli elettrici, delle batterie, ma anche delle infrastrutture (NIO è nota per aver lanciato postazioni di sostituzione rapida delle batterie che si appoggiano a officine e centri assistenza) nonché alle tematiche delle auto connesse e, magari, dell’intelligenza artificiale.

Dentro al fondo di investimento della giovane ed ambiziosa startup cinese c’è una sorta di Gotha della borsa asiatica: da Tencent Group Holding Ltd, a Baidu Inc. a Xiaomi Inc., mentre altri paiono intenzionati ad entrare.

BP ha quindi deciso di non rischiare di perdersi le occasioni di sviluppo che si presenteranno nel primo mercato globale dei veicoli elettrici e, allo stesso tempo, di individuare soluzioni esportabili a 360°.

Con la stampa cinese Tu Fan, top manager BP in Asia, ha anche sottolineato che il gruppo britannico è interessato alle soluzioni di ricarica rapida locali, il che non sorprende perché l’azienda da fine inverno ha iniziato a collocare postazioni di ricarica presso alcune sue stazioni di servizio britanniche.

Il noto capo economista BP Spencer Dale ad aprile aveva ammesso che il suo gruppo, non esattamente un beniamino dei paladini dell’ambientalismo, nel recente passato aveva sottovalutato il potenziale di crescita delle energie rinnovabili e dell’auto elettrica sotto l’espansione che ha luogo in Cina.

Il fondo di investimento di BP sta collaborando con un variegato numero di investitori ed istituzioni attraverso oltre $400 milioni allocati in aree che vanno dalle auto elettriche, alle batterie, al biotech a prodotti e servizi a basse emissioni.

Da parte sua NIO Capital, fondata nel 2016, e con a capo William Li, numero uno anche della casa auto che ha da poco svelato il suo primo SUV elettrico  ES8 sta agendo in settori simili, purché legati all’innovazione.

William Li, fondatore di NIO e Tufan Erginbilgic, di BP Plc
William Li, fondatore di NIO e Tufan Erginbilgic, di BP Plc (credito foto: ufficio stampa BP PLC)

 


Credito foto di apertura: ufficio stampa NIO GmbH