La Lucid Air base costerà $60.000, ma non è ancora guerra dei prezzi

Il marketing della startup americana getta sassi nello stagno, per scoprire quale clientela attrarre con la sua nuova auto elettrica

Zak Edson, direttore del marketing Lucid Motors, ha appena rivelato il prezzo base della Air, il primo modello elettrico della nuova startup dell’auto che è stato presentato a metà dicembre in California. La vettura base costerà $60.000: per un residente californiano, tenuto conto dei $7.500 di sussidio federale e dei $2.500 che aggiunge lo stato per chi acquista auto a batteria, saranno soltanto $50.000.

Se ci si ferma al solo importo, non è facile capire se si tratta di un prezzo corretto o di un prezzo aggressivo. Specialmente se si considera che, invece di dichiararsi l’ennesimo sfidante per Tesla, finora Lucid Motors sia con i potenziali clienti che con gli addetti ai lavori ha spesso preferito parlare del proprio ambizioso tentativo di mettersi in concorrenza nel settore premium di fascia alta (con le Mercedes Classe S e BMW serie 7). E sì, puntando sui prezzi.

In realtà, a ben guardare, il prezzo di lancio sembra effettivamente aggressivo solo se si paragona la versione base (trazione posteriore, autonomia di poco superiore ai 380 chilometri, 400 cavalli un impianto infotainment di alto livello e tutto quello che servirà per la guida autonoma, anche il LiDAR!) ad un’altra vettura elettrica che si chiama, come avrete immaginato, Tesla Model S.

Ma, per la capacità della batteria della versione Air base, della sua autonomia ed anche per la sua potenza, al livello californiano di prezzo questa Air pare volersi porre in concorrenza con la prossima Tesla Model 3. O perfino con la Chevrolet Bolt. Ma solo se non si va a spulciare il costo per miglia di autonomia. Tom Randall dell’agenzia Bloomerg alla fine dello scorso anno aveva pubblicato la tabella che segue. E, conti alla mano, la Air base da $60.000 come la top da $100.000 non reggono il confronto con Bolt e Tesla: vogliono $250 per miglia di autonomia.

tom-randall-bbg
La Lucid Air versione base da $60.000, con 240 miglia di autonomia, e quella da $100.000, capace di 400 miglia di autonomia, costerebbero entrambe $250 per miglio percorso collocandosi subito dietro a Bolt e Model 3. (Credito grafico: Bloomberg News).

Inoltre poco sappiamo finora di quella che sarà l’offerta complessiva di modelli presenti sul mercato al momento dell’arrivo in produzione della Air. Così, prima di convincerci che stiamo per assistere al primo esempio di guerra dei prezzi nel settore delle elettriche di nuova generazione, sarebbe anche utile capire quale sarà lo scenario in cui quei prezzi si collocheranno.

Perché Lucid Motors dice molto poco sui tempi nei quali sarà possibile vedere la prima auto uscire dalla fabbrica dell’Arizona. L’obiettivo di produzione è indicato, vagamente, in 10.000 modelli l’anno. Un numero di consegne che, anche se accolto bene dal mercato, non sembra così consistente da generare economie di scala che rendano plausibili prezzi così bassi.

E in effetti Lucid Motors non nasconde che prevede di offrire un gran numero di opzioni per la Air, a cominciare dalla capacità della batteria Samsung SDi, che incide in modo consistente sui numeri dell’autonomia: il top di gamma potrà percorrere oltre 600 km. Ma passando dal modello base a quelli più prestigiosi, come la versione bimotore a trazione integrale da 1.000 cavalli, i prezzi non saranno più così accattivanti, e lo stesso Mr. Edson conferma che saremo al di sopra dei $100.000, anche se non è chiaro quanto sopra. E qui sì, la concorrenza sarà con la Tesla Model S o la versione che Elon Musk avrà allora nel segmento corrispondente.

Di sicuro, se ora per una Air base è sufficiente una caparra da $2.500, per le prime Air prodotte, le Launch Edition occorrerà una caparra più consistente: $25.500. La differenza è in proporzione all’esclusività dell’edizione limitata: e saranno 255 auto che certamente si porranno al di sopra dei $100.000 perché certamente al top della potenza, con interni speciali ed altre piacevolezze tutte da scoprire nelle prossime comunicazioni di Lucid Motors.


Credito foto di apertura: press kit Lucid Motors