Cruise Automation lancia già i suoi fulmini a San Francisco

Il vulcanico Steve Hanley, in questo post sul suo blog Gas2 segnala che da qualche giorno a San Francisco è possibile visualizzare una o più Chevy Bolt dotate sul tetto di sensori e telecamere. Si tratta di prototipi di pre-produzione che sono in fase di test da parte di Cruise Automation, la start-up americana di cui la General Motors ha appena finalizzato l’acquisizione per $1 miliardo. La home page di Cruise Automation pubblica la foto della Chevy Bolt dotata di una serie di sensori che vedete in apertura con la didascalia, “Stiamo testando la nostra tecnologia autonoma su una nuovissima Chevrolet Bolt EV a San Francisco.”

Oltre ad acquistare Cruise Automation, General Motors ha anche investito un miliardo e mezzo di dollari in Lyft, il servizio di ride-sharing concorrente di Uber e Didi. General Motors, ricorda hanley, in passato ha affermato di poter offrire nel futuro un servizio di taxi autonomi che combini le tecnologie Lyft e quelle di Cruise Automation in una città degli Stati Uniti da stabilire. La Bolt è attesa in produzione entro la fine di quest’anno (forse già nel mese di ottobre).