7 giorni di notizie su auto elettriche, innovazione, mobilità: 29 novembre – 5 dicembre

LA NOTIZIA PIÙ LETTA QUESTA SETTIMANA SU AUTO21:

“Italia: Top3 auto elettriche più vendute – novembre 2020”
(1 dicembre)
1. Volkswagen E-Up! (657); 2. Smart Fortwo (558); 3. Renault Zoe (554)
— I dati pubblicati martedì pomeriggio dal consorzio degli importatori italiani di auto estere UNRAE ha rilevato, in un mercato in calo complessivamente dell’8,3% rispetto a novembre 2019, una crescita per le elettriche pure del 350% rispetto allo stesso mese dell’anno passato. Le elettriche al 100% consegnate finora dal 1 gennaio sono salite a 25.271 grazie alle ultime 4.810 unità: novembre ha migliorato il record che risaliva ad appena due mesi fa con 4.089 pezzi.

QUESTA SETTIMANA CI È PIACIUTO SCRIVERE:

7 giorni di notizie su auto elettriche, innovazione, mobilità: 29 novembre - 5 dicembre 1
Il fornitore di celle di Ford e BMW Samsung SDI avrebbe, secondo il sito specializzato coreano The Elec, iniziato a programmare l’aggiornamento della linea nella fabbrica europea di Goed per sostituire gli attuali separatori, le sottili pellicole fatte di materiali come poliolefine collocate tra gli elettrodi, con nuovi e più sofisticati. La decisione potrebbe in parte o in toto spiegare cosa sia alla base dei richiami a cui sono stato costretti Monaco e Colonia riguardo a modelli ibridi ricaricabili messi in commercio con le celle prodotte in Ungheria. (credito foto: ufficio stampa Ford of Europe)

“Nei separatori la radice dei problemi Ford e BMW?”
(3 dicembre)
I richiami a modelli ibridi ricaricabili BMW e Ford potrebbero avere a che fare coi componenti fondamentali per tenere separati gli elettrodi delle celle fornite da Samsung SDI alle due case auto
—  Il 2020 ha avuto sul fronte dei richiami due casi particolarmente conclamati riguardanti problemi o potenziali problemi di thermal runaway ai pacchi batterie. Il primo ha coinvolto in particolare Chevrolet Bolt e Hyundai Kona equipaggiate con celle LG Chem (che da martedì è diventata LG Energy Solution, una divisione autonoma con 22.000 e fabbriche in Corea del Sud, Cina e Polonia sempre controllata dalla capogruppo) e non ci sono ancora segnali di svolta sulle soluzioni.

QUESTA SETTIMANA CI È PIACIUTO LEGGERE:

7 giorni di notizie su auto elettriche, innovazione, mobilità: 29 novembre - 5 dicembre 2
Aston Martin questa settimana è finita al centro di una controversia sui veicoli sostenibili, dopo che un intervento sulle credenziali verdi delle auto elettriche, che lasciava dubbi sui reali effetti del settore nel combattere il cambiamento climatico, si è rivelato non uno studio o un’indagine, magari peer-reviewed, ma un prodotto confezionato da un’agenzia di pubbliche relazioni, alla cui ragione sociale fa capo la moglie del titolare della comunicazione della casa britannica. (credito foto: ufficio stampa Jamis Lucas on Unsplash).

“Aston Martin in row over ‘sock puppet PR firm’ pushing anti-electric vehicle study”
(The Guardian)
Report disputing green benefits of EVs attributed to company registered to wife of carmaker’s director.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Volkswagen Group Italia