Rassegna 18 – 24 ottobre : le notizie della settimana su auto elettriche, innovazione

LA NOTIZIA PIÙ LETTA QUESTA SETTIMANA:

“Una porta in più per mettere una marcia in più”
(22 ottobre)
La 500 3+1 cerca e trova praticità tra le nuove versioni della Fiat elettrica che spaziano dalla sobrietà della “Action” alle ricercatezze di “Icon”, anche nella sicurezza
— A distanza di oltre sei mesi dai giorni frenetici dell’annullato Salone Auto di Ginevra, FCA dà il via a una “seconda ondata” per Fiat 500 elettrica: con tutti gli occhi sulla pratica versione 3+1 che, dal lato passeggero, permette di accedere più facilmente al sedile posteriore.
Sulla scia di cabrio e berlina, nell’anteprima della 500 elettrica 3+1 ritroviamo una soluzione familiare alla clientela della Mini Clubman: le cerniere del secondo sportello si aprono in modo antagonista alla portiera principale, senza che questo comporti sconvolgimenti estetici alla cifra della 500 messa in mostra a primavera, dimensioni incluse.

QUESTA SETTIMANA CI È PIACIUTO SCRIVERE:

Rassegna 18 – 24 ottobre : le notizie della settimana su auto elettriche, innovazione
Nel laboratorio del Clean Technologies Research Institute della Dalhousie University continuano a scaricarsi e caricarsi secondo ritmi e temperature prestabilite dal Professor Dahn e dai suoi ricercatori le celle con chimica LiNi0.5Mn0.3Co0.2O2 (commercialmente chiamate NMC 532) che si stanno dimostrando in grado di affrontare cicli di vita che su un’auto elettrica arriverebbero a 3,5 milioni di chilometri. Qualità superflue forse per le auto, ma preziose per stoccaggio economico, per il V2G, per settori quale i trasporti marittimi ed aerei Credito immagine: screenshot da video DRES/Dalhousie University via YouTube)

“Nel laboratorio delle celle da 3,5 milioni di chilometri”
(19 ottobre)
Una vita da due milioni di miglia anziché uno solo: il prosieguo degli esperimenti sulle batterie di Jeff Dahn alla canadese Dalhousie University non finisce di stupire
—  Sollecitato dal DRES, laboratorio dedicato all’ingegneria ambientale e allo stoccaggio della Dalhousie University di Halifax dove insegna lui stesso, il più famoso consulente esperto di batterie di Tesla, il Professor Jeff R. Dahn, ha accettato di intervenire in un video diffuso su YouTube commentando il tema “How good can a Li-ion battery be and what are the consequences?”. Un argomento sul quale si può anticipare subito la prima risposta: “buone oltre ogni previsione”.

QUESTA SETTIMANA CI È PIACIUTO LEGGERE:

Rassegna 18 – 24 ottobre : le notizie della settimana su auto elettriche, innovazione 1
Non è solo il cambio di modello da Fusion ad Escape a caratterizzare i veicoli a guida autonoma avanzata che Ford ed Argo AI metteranno alla prova nelle città di Austin, Detroit, Miami, Palo Alto, Pittsburgh e Washington. Gli esperti si cimentano non solo con sensori e software ma anche con problemi pratici, come tenere lontani dai delicati sensori polvere, pioggia, neve e ghiaccio.(Credito foto: ufficio stampa Ford Motor Co.)

Ford outs 4th-gen self-driving platform with better sensors, cleaning tech and improved batteries”
(TechCrunch)
Ford and Argo AI today released details about its fourth-generation self-driving test vehicle. Built on the 2020 Ford Escape Hybrid, the vehicle has everything needed to stand up a self-driving service, the Detroit automaker said. It’s equipped with an improved battery system, new sensors and sensor-cleaning technology.

Credito foto di apertura: ufficio stampa FCA Italy