Arrivato alla fine il viaggio della Smart EQ Forfour

Per la quattro porte elettrica era già terminata la produzione in Slovenia la scorsa estate, chiudono anche i libri degli ordini, in attesa di un’erede che sarà frutto della nuova generazione made in Geely

È arrivata ormai a fine carriera la EQ Forfour: Smart la sta infatti eliminando dalla gamma disponibile, pertanto se aprite il configuratore troverete adesso solo la Smart EQ Fortwo base, la versione cabrio e alcune edizioni speciali. Si può per ora ancora chiedere un preventivo, evidentemente per gli ultimi esemplari rimasti presso la rete, a partire da €20.600+IVA.

La produzione è terminata a inizio dicembre, un prologo al nuovo assetto operativo derivante dalla joint venture col gruppo Geely. Su alcuni mercati europei, la citycar a quattro posti non poteva più essere ordinata dallo scorso agosto. Sul primo mercato continentale e che è tale anche per le auto elettriche, la Germania, dopo 11 mesi del 2021 sono state immatricolate 6.045, contro 15.761 Smart EQ Fortwo.

In Italia, come noto un paese che ha sempre dimostrato grande simpatia a questo marchio, sono state finora consegnate 677 Smart EQ Forfour, contro 5.726 EQ Fortwo, una quota che ne fa la seconda elettrica pura più venduta dopo la 500e e quasi certamente destinata a concludere nella Top3 2021 anche nella peggiore delle ipotesi.

La produzione terminata a Novo Mesto, nell’impianto della Slovenia dove EQ Forfour era prodotta, significa che la Renault Twingo ZE, “cugina prima” della vettura del gruppo Mercedes-Benz, e tecnicamente in gran parte identica, è rimasta la sola elettrica pura ad uscire dalle linee della fabbrica del paese adriatico.

La versione elettrica della Smart Forfour aveva debuttato sul mercato nel 2017, quando la versione a zero emissioni locali del modello era Forfour ED. In seguito fu ribattezzata EQ Forfour, quando il gruppo Daimler ha adottato la sigla per caratterizzare la produzione elettrificata.

Ha ricevuto per l’ultima volta un facelift in occasione dell’IAA 2019, l’ultimo Salone Auto svoltosi a Francoforte, con modifiche relative all’estetica. Il motore elettrico ha erogato fino alla fine 60 kW e la batteria, come noto ricaricabile solo da colonnine a corrente alternata, aveva una capacità di 17,6 kWh.

In occasione dell’IAA 2021 a Monaco di Baviera, Smart aveva dato uno sguardo al futuro: Concept # 1 è considerato una attendibilissima anticipazione del primo modello della joint venture Smart Automobile Co, che è stata fondata alla fine del 2019 ed ha la propria sede nella baia di Hangzhou.

Il progetto congiunto con Geely sarà un SUV elettrico basato sulla recente piattaforma modulare SEA che non ha nulla in comune con i modelli precedenti. Più che un’erede della EQ Forfour arrivata alla fine della carriera, questa Smart 2.0 sarà una seria rivale per la Mini al 100% elettrica, a quanto sembra: dovrebbe arrivare sul mercato il prossimo anno.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Daimler AG