Mobilize Limo: è nata per macinare chilometri in città

La berlina al 100% elettrica della nuova divisione Renault punta al mercato del trasporto pubblico delle persone e dall’anno prossimo proporrà pacchetti flessibili che comprenderanno il veicolo e i servizi agli operatori

Il gruppo Renault accelera sul settore della mobilità con la sua divisione Mobilize, che all’imminente IAA di Monaco di Baviera svelerà Limo. Si tratta di una berlina quattro porte con motorizzazione al 100% elettrica che eroga 110 kW (150 cavalli) e una coppia massima di 220 Nm, pensata per i taxi e i noleggi con conducente. Dopo il debutto al Salone Auto tedesco, una flotta di 40 Mobilize Limo sarà utilizzata per testare i servizi che saranno commercializzati a partire dal secondo semestre 2022 in Europa.

Al mercato degli autisti di taxi pubblici e privati in molti hanno già pensato, ad esempio storicamente i costruttori di vetture di piazza londinesi (oggi appartenente al gruppo Geely). Più recentemente BYD, che ha creato un modello adatto alle metropoli ed allo staff della Uber cinese Didi Chuxing: la sobria D1, un modello proposto anche ai privati, dopo il successo con cui l’hanno salutato gli autisti professionisti.

Nel caso della vettura proposta da Mobilize, per ora questa sarà disponibile esclusivamente in abbonamento, con pacchetti ed offerte di mobilità à la carte. E anche in questo caso c’è una componente cinese nel risultato visto che Limo è il risultato della joint venture creata tra francesi e Jiangling Motors Group Co., Ltd (JMCG) nel 2018.

Il nuovo modello misura 4,67 metri di lunghezza con un passo di 2,75 metri, 1,83 di larghezza e 1,47 di altezza, ingombri simili a quelli dei modelli del segmento D. Il bagagliaio posteriore di Mobilize Limo ha un volume di 411 litri, con una lunghezza di carico pratica e generosa per contenere anche grandi trolley della clientela che arriva o raggiunge aeroporti o porti.

“Limo, primissimo modello firmato da Mobilize, è la risposta della nuova marca alle evoluzioni del mercato del trasporto delle persone”, ha commentato nella nota stampa Clotilde Delbos, direttore generale di Mobilize. “Questa offerta, che combina un veicolo e servizi flessibili, dimostra tutta la capacità di Mobilize di accompagnare gli utenti per soddisfare le loro nuove esigenze. Dà anche prova di un esclusivo know-how, frutto dell’esperienza del Gruppo Renault nei servizi di mobilità e della forza di RCI Bank and Services nelle soluzioni finanziarie”.

In Europa, il mercato taxi, ride hailing e quello del noleggio con conducente malgrado lo stop della crisi sanitaria è in piena crescita: dovrebbe raggiungere un valore di €50 miliardi a fine decade, contro gli attuali €28 miliardi. Questo mercato dovrebbe anche andare incontro a un processo di elettrificazione rapido e massiccio.

I veicoli elettrici sono infatti l’indispensabile passaporto per l’accesso ai centri urbani soggetti a restrizioni della circolazione, soprattutto alle ZTL e zone a basse emissioni che si moltiplicano nelle città grandi e piccole del Vecchio Continente, tutte o quasi tutte fondate ben prima dell’invenzione dell’automobile. Gli autisti guidano soprattutto in ambiente urbano e periurbano: ad esempio, dei 47.500 noleggi con conducente registrati in Francia, il 70% si trova nella regione dell’Île-de-France.

Mobilize Limo dà pertanto una risposta adeguata agli autisti che, oggigiorno, richiedono veicoli a zero emissioni che siano, al tempo stesso, distintivi, spaziosi, confortevoli ed economici. Con un’autonomia di circa 450 chilometri (in corso di omologazione WLTP) e guida silenziosa e fluida, Mobilize Limo meritoriamente aspira a rimuovere ogni remora sulla mobilità elettrica agli autisti dei veicoli per servizi di trasporto pubblico e ai gestori delle flotte.

Mobilize Limo sarà commercializzata con un’offerta che comprende sia il veicolo che i servizi per tutti i tipi di autisti: taxi, noleggio con conducente ed altri servizi per il trasporto delle persone (di tipo medico, sociale, ecc.). Grazie all’offerta di Mobilize, tutti questi professionisti della strada potranno contare su un pacchetto di servizi completo e adatto alle loro esigenze, sia che pratichino un’attività a tempo pieno, part-time oppure occasionalmente.

Gestiti da RCI Bank and Services, i contratti di noleggio proposti saranno flessibili a livello di chilometraggio e durata, incluso una soluzione pay as you drive per gli autisti occasionali. Inoltre, per le compagnie di taxi e noleggio con conducente, Mobilize proporrà, grazie alla partnership con alcune startup, una soluzione completa per la loro attività (consegna, soluzioni di pagamento, ricarica, connettività, ecc.) per ottimizzare il TCO (Total Cost of Operations) e l’eccellenza operativa, al servizio dei clienti.

I pacchetti Mobilize includeranno anche servizi come garanzia del costruttore, manutenzione, assicurazione e soluzioni di ricarica. Questi pacchetti all inclusive e competitivi, che puntano ad offrire agli operatori professionali tutta la tranquillità di cui hanno bisogno, saranno presentati nel dettaglio nei prossimi mesi.

Gli interni saranno provvisti di sellerie effetto pelle dal look satinato, morbido al tatto e facili da pulire, mentre la plancia avrà materiali di qualità ed inserti decorativi in stile carbonio, inframezzati da doppio schermo digitale con connettività e dotazioni di sicurezza appropriate per rendere più semplice la vita al volante agli autisti, che potranno contare anche su comfort ergonomico ed acustico, con sedile del conducente dotato di regolazioni elettriche a 8 vie (e 4 vie per il sedile del passeggero) nonché nella parte anteriore, tra i sedili, un vano refrigerato.

Mobilize Limo ha una batteria agli ioni di litio raffreddata a liquido con una capacità di 60 kWh compatibile coi tipi più diffusi di ricariche AC e DC, ovvero può collegarsi a tutte le colonnine pubbliche ed infrastrutture di ricarica domestiche di tipo Wallbox. Con la ricarica rapida DC, si potranno recuperare 250 chilometri di autonomia in soli 40 minuti. Presumibilmente (la nota non lo specifica ma siamo fiduciosi al riguardo, trattandosi di un modello Renault) sarà disponibile anche la ricarica AC a 22 kW per le più diffuse colonnine di città.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Renault Italia