Le consegne Volkswagen di elettriche pure più che raddoppiate nel primo semestre

La casa di Wolfsburg accredita questo risultato alla forte domanda in Europa, sempre più accogliente però anche per le ibride plug-in, che triplicando i dati battono di misura (poco più di 300 immatricolazioni) le full electric

Il gruppo Volkswagen ha proseguito la propria offensiva elettrica di successo nella prima metà del 2021, sottolinea la nota ufficiale odierna. Un periodo in cui sono stati lanciati i nuovi modelli al 100% elettrici: Volkswagen ID4, Volkswagen ID61, Škoda Enyaq IV, Audi Q4 E-Tron, Audi Q4 Sportback e-tron, Audi E-Tron GT2 e Porsche Taycan Cross Turismo. A fine giugno, un totale di 170.939 veicoli BEV sono stati consegnati in tutto il mondo, più del doppio rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+165,2%).

Dopo aver consegnato ai clienti 59.948 elettriche pure nei primi tre mesi del 2021 (+78,4% rispetto all’anno precedente), nel secondo trimestre questo numero è cresciuto significativamente, come previsto, a 110.991 unità (+259,7% rispetto all’anno precedente). Nel corso dell’anno, l’introduzione dei BEV accelererà ulteriormente grazie al previsto ampliamento della gamma nell’ottica della strategia New Auto.

Inoltre, il gruppo tedesco ha esteso in modo ampio il proprio portfolio di modelli ibridi plug-in: proprio questa tipologia di veicoli ha beneficiato di un notevole interesse da parte dei clienti specialmente nel Vecchio Continente. Nella prima metà dell’anno, sono stati consegnati in totale 171.300 PHEV, più del triplo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+204,2%).

Per quanto riguarda le consegne di modelli 100% elettrici per regione, l’Europa, mercato domestico del Gruppo, si è posizionata chiaramente in testa nel primo semestre, con 128.078 veicoli (il 74,9%). Qui, il Gruppo Volkswagen è stato leader di mercato, con una quota di circa il 26% delle consegne di BEV.

Negli Stati Uniti, il Gruppo ha consegnato ai Clienti 18.514 modelli elettrici a batteria di trazione, il 10,8% delle elettriche pure vendute dall’azienda a livello globale. Con ciò, in questo paese, il gruppo ha raggiunto una quota di circa il 9% nel mercato elettrico, risultato migliore rispetto a quello ottenuto nel mercato generale che comprende i veicoli ad alimentazione tradizionale.

In Cina, 18.285 veicoli elettrici a batteria sono stati scelti dai clienti nella prima metà del 2021, pari al 10,7% delle consegne mondiali di BEV del gruppo. L’offensiva di modelli 100% elettrici Volkswagen, brand chiave, è iniziata in Europa nel 2020 con ID3 ed è proseguita quest’anno col SUV elettrico ID4, lanciato anche negli Stati Uniti e in Cina a marzo.

Inoltre, in questo mercato è disponibile da giugno l’ID6, un SUV elettrico fino a 7 posti pensato specificatamente per i clienti cinesi e col quale la casa tedesca spera di rinvigorire la risposta locale alle elettriche pure di Wolfsburg, finora per la verità tiepida. Tanto da trasmettere fiducia a Christian Dahlheim, Responsabile Vendite del gruppo che ha affermato: “nel terzo trimestre, ci aspettiamo un incremento significativo delle consegne di BEV in Cina grazie all’ampliata gamma di modelli Volkswagen ID”.

Poco più della metà delle consegne BEV a livello globale nei primi sei mesi dell’anno è riconducibile alla marca Volkswagen, che ha totalizzato 92.859 unità (54,3%). A seguire i brand premium Audi e Porsche, con 32.775 (19,2%) e 19.822 veicoli (11,6%) rispettivamente. Škoda ha consegnato 17.697 BEV (10,4%) e SEAT 6.172 (3,6%).

I primi cinque modelli 100% elettrici nel primo semestre sono stati:

  • Volkswagen ID4, 37.292 unità
  • Volkswagen ID3, 31.177 unità
  • Audi E-tron (incluso Sportback), 25.794 unità
  • Porsche Taycan (incluso Cross Turismo), 19.822 unità
  • Volkswagen E-up! 17.890 unità
Le indicazioni Q! e Q2 nel grafico si riferiscono a primo e secondo trimestre 2021 per i soli veicoli al 100% elettrici, escluse le ibride ricaricabili (credito grafico: ufficio stampa Volkswagen Group Italia)
Credito foto di apertura: ufficio stampa Volkswagen AG